Mercato nero sul lungomare,
la diffida di Vince Civitanova

E' stata inviata all'amministrazione comunale affinchè adotti provvedimenti efficaci contro l'abusivismo commerciale. Fratelli d'Italia stigmatizza gli acquirenti: "Aumenteremo le multe per chi compra dagli abusivi"
- caricamento letture
abusivi-

Il mercato abusivo domenicale sul lungomare sud

«Contro l’abusivismo azioni tardive da spot elettorale, parte la diffida». Vince Civitanova tramite il legale Leide Polci ha firmato una diffida ad adempiere nei confronti dell’amministrazione comunale. La lista civica ha adottato il provvedimento diffidando il comune affinchè adotti provvedimenti risolutivi nei confronti della presenza sempre più massiccia dei venditori ambulanti senegalesi. 

«Dopo anni di immobilità nell’adozione di qualsiasi azione – spiega la civica di destra – negli ultimi mesi sono partiti degli “spot elettorali”con azioni tardive e del tutto inadeguate e minimamente efficaci nel contrastare un fenomeno che ha ormai assunto dimensioni impressionanti e già fuori controllo». La diffida è stata inviata al sindaco Tommaso Corvatta, al vice Giulio Silenzi, all’assessore al commercio Francesco Peroni e al comandante della polizia municipale Sirio Vignoni. «Con la diffida chiediamo di adempiere alla legge e porre in essere interventi effficaci, qualora ciò non avvenisse sarà facoltà dei cittadini rappresentati presentare un esposto alla competente autorità giudiziaria».  La diffida è stata inviata per conoscenza anche al prefetto, al questore, al commissariato di Polizia, al comandante della caserma dei Carabinieri, al comandante della Guardia di finanza di Civitanova. Spalleggia la battaglia contro gli abusivi anche Fratelli d’Italia che tramite Pierpaolo Borroni biasima coloro che accettano la pratica della merce venduta “in nero” e contraffatta schierandosi con gli abusivi come accaduto domenica scorsa durante un sequestro operato da carabinieri e polizia municipale. «Se non siamo noi civitanovesi  per primi ad opporci a chi delinque e vende di tutto sul nostro lungomare allora siamo noi stessi per primi ad essere colpevoli. Fratelli d’Italia si oppone al lassismo e alla superficialità dilagante a Civitanova per cui ci auguriamo che possano ancora essere intraprese azioni di repressione dell’abusivismo ma non solo in campagna elettorale a 4 mesi dal voto. Se vincerà il centro destra inaspriremo le multe per chi acquista dagli abusivi. Chi compra merce contraffatta compie un reato e dà uno schiaffo a chi paga le tasse tutti i giorni».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X