“La rotatoria è inutile
e il sottopasso svaluterà gli immobili”,
Corallini all’attacco dopo la convenzione

CIVITANOVA - Il consigliere del centrodestra boccia l'accordo con Ferrovie e Quadrilatero. "Era meglio lo svincolo". Per l'esponente politico l'opera in via Carducci penalizzerà i residenti
- caricamento letture
giovanni corallini centrodestra civitanova- FDM

Giovanni Corallini

 

di Laura Boccanera

«Rotatoria e sottopasso non risolveranno i problemi del traffico civitanovese». A sostenerlo è Giovanni Corallini all’indomani del consiglio comunale che ha votato la convenzione con la quale la Quadrilatero realizzerà le opere pubbliche per il tratto terminale della 77 (rotatoria) e il sottopasso su via Carducci. Un’operazione di facciata, secondo Corallini che contesta le scelte in materia urbanistica. «Si è detto che era un’occasione unica perché c’erano i fondi per realizzare le opere, ma – dice il consigliere di centrodestra – non è detto che i soldi se ci sono vadano spesi comunque, più che una rotatoria che non libererà la statale dal traffico, sarebbe servito uno svincolo che superasse la statale con un ponte e arrivasse nella zona vicino al Cosmopolitan». Corallini biasima poi anche la scelta di realizzare un sottopasso sulla statale che comprometterà la viabilità per diversi anni: «Intanto in questa convenzione le Ferrovie non mettono un euro – aggiunge – a mio avviso quella tratta andava eliminata del tutto o, in alternativa, come avevamo ipotizzato noi e per cui c’era un progetto da 2milioni e 250mila euro, si poteva fare il capolinea con una stazione a Santa Maria Apparente e poi bus navetta. Con questa convenzione inoltre il Comune non è più stazione appaltante dei lavori che sono in capo alla Quadrilatero. L’amministrazione deve andare nel quartiere e dire alla gente cosa succederà: con il sottopasso il quartiere Risorgimento e San Marone saranno tagliati fuori visto che le rampe arrivano fino a via Cavallotti e via Bixio, inoltre il quartiere Cecchetti, che era una via di fuga verso il centro, sarà sacrificato con buona pace di chi lì ha investito o di chi è proprietario di immobili che saranno svalutati».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X