Dimissioni, Rossi:
“Non me ne vado”

CIVITANOVA - Continua la battaglia interna alla maggioranza tra il consigliere e Upc. "Sul gruppo consiliare ho già spiegato a chi di dovere che non vi è possibilità che io possa essere estromesso"
- caricamento letture
Pier Paolo Rossi

Pier Paolo Rossi

 

«Uniti per cambiare chiede le mie dimissioni per far spazio a Cesare Censi: qualcuno gioca la carta della disperazione per rivalutare uno dei suoi nemici storici all’interno del Psi e sembra anche per questo inizialmente, nei giorni prima delle elezioni, non gradito nella lista dei candidati alle comunali 2012». Butta benzina sul fuoco Pier Paolo Rossi dopo la richiesta di dimissioni dal consiglio comunale fatto dalla sua ex lista. La polemica non accenna a diminuire. Rossi risponde picche alla richiesta di dimissioni. «Non prendo minimamente in considerazione le elucubrazioni dei referenti politici del Psi. La firma del comunicato, sebbene sottoscritto dal coordinamento di Upc, è chiara: Torquemada è una citazione che torna spesso. E’ evidente però chi cita Torquemada, inquisitore intollerante, inflessibile e spietato nella repressione di qualsiasi forma di dissenso e di protesta, o non conosce il personaggio o lo cita a sproposito invertendo le parti.  Sul gruppo consiliare ho già spiegato a chi di dovere che non vi è possibilità che io possa essere estromesso poiché, anche secondo giudizi dell’osservatorio del Viminale, il sindaco non fa parte di un gruppo consiliare e nulla è stato concordato in maggioranza poiché gli altri gruppi non hanno ritenuto opportuno intervenire in discussioni che non li riguardano direttamente.  Per le “gravi esternazioni” farebbero meglio a valutare seriamente quelle ripetute e pubbliche che qualcuno di loro avrebbe dedicato in questi anni al sindaco, agli assessori e all’amministrazione tutta.  Comunque questa discussione sta diventando stucchevole e credo interessi ai cittadini tanto quanto l’autoreferenziale proposta di intitolare una via ad un politico italiano appena deceduto e non ancora onorato col rito funebre». E forse proprio il prossimo consiglio comunale potrebbe essere luogo per le prove di forza fra le liste. La prossima riunione dell’assise è prevista il 31 maggio per l’approvazione del bilancio consuntivo 2015.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X