“Tolentino capitale d’Italia”
Provocazione nell’era della spending review

Il direttore dell'istituto Bruno Leoni, Alberto Mingardi, propone la cittadina marchigiana come nuova sede di governo e parlamento. Lo fa in un articolo apparso oggi sul settimanale Origami de La Stampa. "La mia idea? Nasce da una vacanza"
- caricamento letture
mingardi_la_stampa_tolentino_capitale

L’articolo apparso oggi sul settimanale “Origami”

tolentino città (3)

Il panorama di Tolentino

Nell’era della spending review Tolentino capitale d’Italia. Questa la provocazione del direttore dell’istituto Bruno Leoni Alberto Mingardi sul numero odierno di “Origami”, nuovo settimanale de La Stampa. Rievocando i padri fondatori americani, che elessero come capitale l’inospitale Washington proprio in virtù del clima rigido che non invogliava i parlamentari a soggiornare più del dovuto, Mingardi avanza l’idea di far trasferire i politici proprio nella città di Tolentino, eletta a vessillo di sobrietà e virtù.

«La mia è una provocazione. Per avere un Paese più sobrio servirebbe una capitale più sobria, dove non arrivi il Frecciarossa, scomoda da raggiungere – ha detto Mingardi, che ha poi spiegato perché la scelta è caduta proprio sulla città di Tolentino -. Ci sono stato anni fa da turista. La ricordo bella e la capitale doveva essere un bel posto, in una regione operosa e decorosa come le Marche. Tolentino ha anche una storia importante, lì è passato Napoleone. È una città orgogliosamente piccola, dove è difficile pensare a un equivalente dell’Eur».

(Fe. Nar.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X