La Festa della Musica
compie 20 anni
Carancini: #siamotuttisuonati

MACERATA - Dal 25 al 27 giugno spettacoli in centro. Evento di punta, il concerto dei Filastine alla terrazza dei Popoli. Il sindaco sforna un altro slogan. Il presidente provinciale dell'Arci Matteo Petracci: "Diamo spazi ai talenti che non ne hanno". Il direttore artistico Marco Cecchetti: "La differenza con eventi con grandi nomi come Capossela? Noi riportiamo le persone a pensare"
- caricamento letture
Petracci Carancini Cecchetti_festa della musica_foto LB (2)

Matteo Petracci, Romano Carancini e Marco Cecchetti presentano la XX edizione della Festa della Musica

di Claudio Ricci

(foto di Lucrezia Benfatto)

“Suonare la città” è il titolo della XX festa della Musica in scena a Macerata da giovedì 25 a sabato 27 giugno. Il festival che si snoderà nelle vie e nelle piazze del centro storico è come sempre organizzato dall’Arci con il sostegno del Comune e dedicata allo storico presidente Fabrizio Giustozzi cui va il merito di aver ideato l’iniziativa nel 1995. Tre giorni in cui gli spazi cittadini anche insoliti (emiciclo Torri e Loggia del Grano) si mettono a disposizione della musica indipendente. Il programma, realizzato con budget sempre più erosi dai tagli della crisi prevede spettacoli e concerti gratuiti distribuiti in centro e alla terrazza dei Popoli.

Il presidente provinciale dell'Arci, Matteo Petracci

Il presidente provinciale dell’Arci, Matteo Petracci

«Anche quest’anno ce l’abbiamo fatta – commenta il presidente provinciale dell’Arci Matteo Petracci – nonostante le risorse sempre più esigue rispetto agli altri anni il lavoro dei volontari dell’Arci ha permesso di realizzare la manifestazione senza passivi di bilancio rilevanti. Come ogni anno dedichiamo la festa a “Just” figura che ci ha ispirati e che portiamo sempre nel cuore. Fondamentale nella riuscita ventennale del festival che ha una dimensione europea è stata la collaborazione continua con le istituzioni e le realtà associative. Lo spirito è quello di dare spazi per esibirsi a talenti che in genere non ne hanno e che sperimentano verso una costante crescita artistica».

Carancini e Cecchetti_festa della musica_foto LB

Il sindaco Romano Carancini scherza con il direttore artistico Marco Cecchetti

Evento di punta sarà il concerto di “Filastine” venerdì 26 alla terrazza dei Popoli dedicato alla celebrazione del 71esimo anniversario della liberazione di Macerata in collaborazione con Anpi. «C’è una differenza sostanziale tra eventi che puntano su grandi nomi come Capossela – dice Marco Cecchetti presidente del circolo Arci Terminal e direttore artistico del festival – ed eventi come la Festa della Musica volti a portare in città qualcosa di completamente nuovo che spinga la gente a tornare a pensare. Filastine nella sua world music fatta di synth, strumenti e voce porta a Macerata qualcosa di mai ascoltato qui che vale la pena di sentire. Stesso discorso potrebbe essere fatto per il festival di Rock indipendente organizzato per sabato all’emcicilo Torri con artisti emergenti tutti da scoprire».

«Mi piace il titolo della festa di quest’anno – ha commentato il sindaco Romano Carancini –  a cui aggiungerei #siamotuttisuonati. Mi verrebbe da dire poi non solo Musicultura. La musica si coniuga con altre grandi manifestazioni come queste a Macerata, occupando spazi che spesso non si vivono e che grazie a questi eventi trovano visibilità. In tutto questo il rifiorire del centro storico può fare da valore aggiunto. Mi fa piacere che la festa sia dedicata a Fabrizio Giustozzi, facendogli onore nel suo modo spontaneo, sincero e trasparente di fare e dire le cose come stavano. Questo rimane uno degli eventi di punta della stagione e la gratitudine va all’Arci e a Marco Cecchetti che fa molto per la città e che ad essere risorsa anche per i progetti come Artemigrante, di cui avremo modo di parlare».

Petracci Carancini Cecchetti_festa della musica_foto LBPROGRAMMA-

Giovedì 25 giugno

Giardini Diaz/Terrazza dei Popoli Ore 18 dimostrazione degli allievi dell’accademia musicale Lizard. Ore 21 esibizione degli allievi.

Via Gramsci, ore 18, The Golden Era 50’S 60’S Only Rock”N’Roll

Loggia del Grano,Via Don Minzoni ore 22 Prode Società Merende in concerto

Venerdì 26 giugno

Giardini Diaz/Terrazza dei Popoli ore 22 Nananana + Filastine + Dj set (Serata e suoni per il 71° anniversario della Liberazione della città di Macerata)

Sabato 27 giugno

Emiciclo Torri, via Garibaldi ore 18,30 Diego “DeadMen” Potron, Mho, Pomodoro’s Troppikaos, Boppin Rolling duo

via Gramsci ore 18 Kunta Kinte



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X