La sinistra guarda al ballottaggio
e ammicca all’elettorato di Lattanzi:
“Alta la guardia contro Casa Pound”

SECONDO ROUND - La civica Macerata Bene Comune festeggia il 3,8% del primo turno e la rappresentanza in consiglio garantita. Il consigliere uscente Pierpaolo Tartabini: "Risultato grandioso". Poi su eventuali assessorati a Monteverde o Valentini: "Aspettiamo il 15 giugno e teniamo per buono il metodo di 5 anni fa". Ciarlantini: "Rivolgiamoci a quella parte di città che ha una certa sensibilità antifasciste e antirazziste"
- caricamento letture
macerata bene comune

Il brindisi dei candidati di A Sinistra per Macerata Bene Comune nel ristorante Volvere

di Claudio Ricci

Un brindisi al ristorante Volveré per festeggiare il risultato elettorale per la civica A Sinistra per Macerata Bene Comune. Con 884 preferenze e il 3,80% dei voti il nuovo soggetto politico in cui convergono Sel, Verdi e Rifondazione si afferma come terzo partito della coalizione guidata da Romano Carancini e guarda al ballottaggio con l’ottimismo di chi in ogni caso sarà rappresentato in consiglio: un consigliere nel caso di vittoria di Deborah Pantana, due se venisse riconfermato Romano Carancini. «Il risultato è grandioso – commenta il capogruppo consiliare Pierpaolo Tartabini – non solo per la lista ma per le persone che hanno lavorato ad un progetto di città. Abbiamo dimostrato di essere una sinistra che sa innovarsi che non persegue simboli ma fatti e nel farlo sa dialogare in modo ampio anche con sensibilità diverse presenti nella coalizione di centro sinistra. Continuiamo a sostenere convinti la nostra coalizione per vincere il ballottaggio, nella consapevolezza di essere in ogni caso rappresentati in consiglio». Nessuna pronuncia su eventuali assessorati nel caso di vittoria delle elezioni. Il dubbio riguarda gli uscenti Enzo Valentini assessore all’Ambiente in cima alla lista con 167 preferenze e l’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde seconda dei votati con 152 preferenze.

Pierpaolo_Tartabini

Pierpaolo Tartabini e Gabriella Ciarlantini in consiglio comunale

«Aspettiamo il 15 giugno e poi parleremo – commenta Tartabini – Se dovessimo vincere teniamo per buono il metodo proposto 5 anni fa in cui Carancini chiese alle liste tre nomi dei papabili. Non esiste conflitto tra Valentini e Monteverde semplicemente perchè non abbiamo un comitato elettorale, ognuno in questa lista ha le sue peculiarità che possono portare ricchezza. In questi 5 anni aspiriamo a mantenere vivo il soggetto di sinistra che abbiamo creato e che ha dimostrato con l’operato di Stefania ed Enzo di saper governare e essere punto di riferimento per tutta una certa fascia di elettorato della città». A proposito di elettorato di sinistra l’obiettivo per Tartabini e compagni è, in vista del ballottaggio, rivolgersi anche al bacino del candidato Michele Lattanzi per ottenere maggiori consensi nella lotta con la destra. «Manterremo la guardia alta durante queste due settimane – dice Ciarlantini – dobbiamo rivolgerci a tutta quella parte di città che ha certe sensibilità antifasciste e antirazziste e che vuole scongiurare la minaccia di avere in consiglio comunale un consigliere di Casa Pound in caso di vittoria della Pantana. Siamo forti perché la nostra lista fa riferimento a diverse realtà cittadine e persone che quotidianamente si impegnano su certi fronti e per determinati valori». Quindi un riferimento alla visita di Carla Messi nel centro sociale la sera della chiusura della campagna elettorale. «Siamo stati contenti della sua visita – dice Ciarlantini – Siamo convinti che su alcuni punti possiamo anche trovarci con il Movimento 5 Stelle, non su altri, come l’accoglienza dei rifugiati. Ma crediamo nella storia di Carla, che conosco personalmente, che stimo e credo che ci potrebbe essere affinità».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X