Caos all’ospedale
Oltre 100 persone in fila al Cup

MACERATA - Al centro prenotazioni la chiusura di uno sportello per mancanza di personale ha causato una coda incredibile. Situazione simile nel parcheggio completamente congestionato
- caricamento letture
ospedale macerata di marco ribechi (9)

Più di cento persone in fila al Cup

di Marco Ribechi

Stupore, incredulità e sconforto. Sono questi gli aggettivi per descrivere le sensazioni di chi questa mattina intorno alle 11.30 si è ritrovato in fila al Cup – centro unico di prenotazione – dell’ospedale di Macerata, completamente intasato da una fila interminabile di oltre 100 persone. Non è un’esperienza di tutti i giorni staccare il numeretto per attendere il proprio turno e vedersi assegnare un cifra inferiore a quella segnalata nel tabellone luminoso. «Cosa significa?» si sono domandati in molti senza sapere a chi chiedere delucidazioni. A pochi passi, in portineria, l’amara risposta. La coda è talmente lunga che bisogna aspettare che arrivi il numero cento e poi che si ricominci da uno, quindi attendere almeno 90 turni.

ospedale macerata di marco ribechi (13)

La fila per il proprio turno, dopo altre 86 persone

Questo solo per i più fortunati perché per gli ultimi arrivati c’è stato anche il “doppiaggio”. Intorno al numero 30 infatti, mentre veniva chiamato il 32 c’era già chi aspettava il 34B , ben 102 turni più tardi. Una situazione fuori dalla normalità, molto grave e esemplare per quello che riguarda la mancanza di personale della struttura ospedaliera. L’accumulo di persone è stato causato dalla concomitante chiusura dello sportello incaricato di servire coloro che sono esenti da pagamento dei servizi. L’intero personale che normalmente opera allo sportello era per qualche motivo assente quindi la soluzione più ovvia è stata quella di chiuderlo direttamente, dirottando tutto sul Cup senza pensare ai possibili disservizi causati ai cittadini, costretti a file di ore solo per ricevere un timbro o per fare una prenotazione di pochi minuti. Le sedie della sala d’attesa sono bastate solamente per una minima parte di coloro che stavano aspettando, quindi molti hanno atteso in piedi per ore la propria chiamata.

ospedale macerata di marco ribechi (11)

La chiusura dello sportello 8 per mancanza di personale

«Inaccettabile» la parola che ha risuonato più volte nelle conversazioni che si sono sviluppate durante la fila, visto che ormai una normale prenotazione per una visita era diventata un’occasione di socializzazione forzata, dovuta ai tempi estremamente dilatati. Allo stesso tempo però c’era anche chi aspettava all’esterno, nel parcheggio. Una soluzione di caos assoluto quello che si presentava davanti agli occhi di chi, dopo aver ultimato la propria odissea al Cup si ritrovava di nuovo a dover aspettare altri 40 turni per pagare il ticket del parcheggio per poter finalmente uscire. La fila, questa volta è stata causata dall’assenza di macchine automatiche che inspiegabilmente ancora non sono state istallate nello stazionamento dell’ospedale. La coda per il pagamento del biglietto ha come logica conseguenza una sosta più lunga per le auto parcheggiate e l’impossibilità di trovare un posto per chi stava invece entrando.

ospedale macerata di marco ribechi (6)

Il parcheggio risultava infatti totalmente pieno (ma questo non era segnalato all’esterno) creando la grottesca situazione che chi voleva uscire non poteva perchè bloccato in coda per pagare il biglietto, chi invece aveva fretta di entrare non poteva perchè non sapeva dove lasciare l’auto. I parcheggi erano occupati da chi era in fila al Cup. Tutto questo a meno di un mese dai proclami fatti per l’apertura del sesto piano e per l’ampliamento del pronto soccorso (leggi l’articolo).

 

 

 

ospedale macerata di marco ribechi (2)

Il parcheggio completamente bloccato

ospedale macerata di marco ribechi (4)

ospedale macerata di marco ribechi (10)

ospedale macerata di marco ribechi (8)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X