Soppressa corsa Tolentino-San Severino,
il sindaco Martini minaccia denuncia

TRENI - Lettera alla direzione regionale di Trenitalia e all'assessore regionale ai trasporti Luigi Viventi
- caricamento letture

trenitalia1-300x225Soppressa la corsa del treno delle 12,50 Tolentino-San Severino, in rivolta anche il sindaco Cesare Martini. Dopo i disservizi dei giorni scorsi e che quotidianamente devono affrontare pendolari e studenti, che frequentano le scuole settempedane arrivando anche da fuori provincia, il sindaco Cesare Martini “alza la voce” con una lettera alla direzione regionale di Trenitalia e l’assessore regionale ai trasporti Luigi Viventi per lamentare la soppressione di una corsa. L’annullamento del treno che delle ore 12,50 porta da Tolentino a San Severino, dall’inizio di febbraio costringe circa trenta liceali a restare a piedi per più di un’ora e cioè fino al passaggio del treno successivo rispetto all’orario d’uscita da scuola delle 12,25. “Ho chiesto spiegazioni a Trenitalia per capire il perché di tale soppressione domandando anche – spiega il sindaco Martini – come mai sia stata lasciata un’altra corsa, quella delle ore 11”. Della stessa posizione la dirigente scolastica del liceo “Francesco Filelfo” di Tolentino. Una trentina i ragazzi che escono da scuola alle 12,25 e che fino agli inizi di febbraio salivano sul treno delle 12,50. Poi la decisione del taglio.

Cesare Martini, sindaco di San Severino

Cesare Martini, sindaco di San Severino

“Ci dovranno dare ancora una volta delle spiegazioni anche se, nel frattempo, auspico che sia riattivato immediatamente la corsa. Si tratta di un pubblico servizio per il quale tanti liceali avevano già acquistato e sottoscritto specifico abbonamento. Ancora una volta – prosegue il primo cittadino settempedano – ci vediamo costretti a minacciare denuncia per interruzione di pubblico servizio a seguito di una decisione che non è stata non solo trattata con il dirigente scolastico e le amministrazioni locali ma addirittura non è stata neanche annunciata all’utenza. Com’è accaduto poco più di due settimane fa, quando inviai una lettera chiedendo spiegazioni circa ritardi e disservizi lungo la Civitanova – Albacina, sono ancora una volta a ricordare gli impegni presi, ormai da tempo, da parte di Trenitalia per il rinnovo della tratta in questione con interventi di manutenzioni, ordinaria e straordinaria, che non possono essere più rimandati, compreso il rinnovo del materiale rotabile”. Alla precedente richiesta di chiarimenti aveva subito dato seguito l’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Viventi: “Nel corso del 2015 saranno messi in esercizio otto nuovi treni diesel e ciò dovrebbe migliorare la situazione. Per l’orario di giugno è stata inoltre prevista una nuova modalità di gestione degli incroci su Macerata che dovrebbe contribuire anche a fronteggiare il problema dei ritardi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni =