Offerta low cost al night
Drink e ragazza inclusa: 10 euro
La protesta: “Spot maschilista”

CIVITANOVA - Si tratta di una pubblicità di un locale notturno che ha suscitato la reazione di una associazione femminista che ha fatto un appello, sottoscritto dall'assessore alle Pari opportunità, Cristiana Cecchetti, con cui ne chiedono la rimozione
- caricamento letture

top music hall

di Laura Boccanera

“Drink con ragazza 10 euro”. E’ l’offerta low cost di un night di Civitanova pubblicizzata all’uscita della superstrada con tanto di esplicita immagine di un corpo di donna in bikini che promette per tutte le sere festeggiamenti, di che tipo è abbastanza chiaro con quel “Vivi la vita” che correda il grosso manifesto. Il cartello è un esempio di chiarezza comunicativa disarmante: con 10 euro ti fai una bevuta come in qualsiasi altro locale, qui però la ragazza è compresa nel prezzo e per quella cifra è a disposizione per ascoltare anche le banalità dell’uomo di turno con poca fantasia. Il cartellone gira da mesi e recentemente è approdato anche in zona stadio dove ha attirato l’attenzione dell’associazione femminista “Donne di mondo” che ritiene il messaggio oltraggioso e chiede che venga rimosso. «Si tratta di una immagine maschilista corredata di un messaggio a dir poco offensivo ed oltraggioso nei confronti di tutte le donne. Non ci interessa o riguarda ciò che avviene all’interno del locale notturno a cui si fa riferimento, ogni  uomo o donna è libero di fare ciò che vuole. Ma il messaggio che il suddetto manifesto veicola colpisce la dignità della donna e favorisce agli occhi di tutti, soprattutto dei più giovani, l’idea sbagliata ed altamente diffamante che il corpo delle donne possa essere qualcosa di mercificabile addirittura al pari di una bibita – scrive l’associazione – proprio questo tipo di messaggio, privo di ogni decenza, contribuisce a rendere normale, o quantomeno accettabile, che, come di un qualsiasi oggetto, del corpo di una donna, si possa fare quello che si vuole».

L'assessore Cristiana Cecchetti

L’assessore Cristiana Cecchetti

L’appello di rimozione, dopo decine di proteste pervenute anche in Comune, è sottoscritto anche dall’assessore alle pari opportunità Cristiana Cecchetti: «Come donna e come cittadina, prima ancora che come Assessore alle pari Opportunità, non posso che condividere ogni parola formulata dall’Associazione Donne di Mondo. Da tempo il cartellone suscita il fastidio di molte civitanovesi ma anche degli uomini più sensibili e maturi- E’opportuno, dunque, condividere una protesta e un appello che non può restare inascoltato. Faccio parte di un’amministrazione di centro sinistra che pone attenzione ai problemi delle donne e le rispetta, per questo, oltre che per la mia storia personale il mio appoggio forte alla richiesta di eliminare questo manifesto che veicola un pessimo messaggio». Non è la prima volta che la cartellonistica pubblicitaria fa discutere per l’utilizzo di immagini provocanti di donne, spesso nude, per vendere un prodotto. L’ultimo caso fu quello dello stilista Luca Paolorossi che nella cartellonistica pubblicitaria aveva fatto realizzare una fotografia in cui si mostrava una modella nuda intenta a stirare i pantaloni del suo uomo (leggi l’articolo).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X