Esame maggioranza per la Montali
Guerra fredda e strategie
verso il congresso democrat

PORTO RECANATI - In una riunione il primo cittadino ha chiesto ai suoi consiglieri di confermarle l'appoggio in vista del delicato rendez vous cittadino dei democratici. Dubbio sugli eletti del Pd. Intanto Upp fa sapere che Rina Stefanelli è ufficialmente passata nelle sue file
- caricamento letture
Petro Feliciotti, tra i piddini che spesso criticano le scelte della giunta Montali

Petro Feliciotti, tra i piddini che spesso criticano le scelte della giunta Montali

di Alessandro Trevisani

Temperatura polare dentro e fuori la maggioranza in consiglio comunale. Si chiuderà probabilmente a notte fonda la delicatissima riunione di “Noi per Porto Recanati”, che all’ordine del giorno ha un punto in cui il sindaco Sabrina Montali chiede espressamente ai suoi consiglieri eletti di confermarle l’appoggio. A quanto pare non tutti i quattro eletti del Pd, come di consueto da un paio di mesi, parteciperanno. Ma che bisogno c’è di questo giuramento? I fattori sono due. È di questi giorni la proposta di nominare un candidato unico della città per le prossime elezioni regionali, lanciata da Gaetano Agostinacchio di “Paese Vero”, una delle civiche che hanno appoggiato la Montali a maggio 2014. I nomi fatti sono quelli di Petro Feliciotti, Aldo Sichetti e Antonella Cicconi, tutti del Pd. Ma da tempo non si hanno notizie proprio del Pd, dopo il voto sul Burchio del 21 novembre, in cui Feliciotti e il segretario cittadino Cicconi si assentarono dall’aula, togliendo due “no” al mega resort di Montarice, laddove gli altri eletti coi democrat, Andrea Dezi e Guerrina Stefanelli, avevano votato col resto della maggioranza, stroncando il progettone della Coneroblu. La proposta di Agostinacchio lascia freddo Lorenzo Riccetti: «Non la capisco e non la saprei interpretare», dice il vicesindaco, mentre Feliciotti, nell’imminenza del congresso del Pd cittadino che si terrà ai primi di febbraio, commenta a titolo personale: «Ringrazio Gaetano che ha fatto il mio nome tra i suoi possibili candidati, ma politicamente la proposta mi pare di difficile attuazione, specie nei numeri, visto che per essere eletti serviranno almeno 3-4mila preferenze, che in un solo comune con 6mila e poco più elettori è cosa in praticamente impossibile».

guerrina stefanelli

La consgliera Guerrina (Rina) Stefanelli è insegnante alla scuola dell’infanzia Rodari

Intanto Upp (Uniti per Porto Porto Recanati), la componente civica che innerva il grosso di Npp, fa sapere che il consigliere Guerrina Stefanelli è passata ufficialmente nelle sue file, con questo comunicato: «Nella giornata di ieri è stato formalizzato il passaggio del consigliere Stefanelli nel nostro movimento, che annovera già fra le sue fila 5 consiglieri comunali (Riccetti, Zoppi, Paccamiccio, Fermanelli, Sampaolesi). Siamo molto soddisfatti per la scelta del consigliere, di cui vogliamo sottolineare la coerenza e con la quale condividiamo l’impegno a continuare ad operare con concretezza ed entusiasmo nell’interesse dei portorecanatesi». Messo giù così, a poche ore dalla riunione in cui la maggioranza deve dare compatta il proprio appoggio alla Montali o spaccarsi in due pezzi, l’annuncio non ha nulla di amichevole verso il Pd. «La Stefanelli non ha mai avuto la tessera del Pd – commenta a caldo ancora Feliciotti – quindi come direbbe qualcuno ce ne faremo una ragione. Singolare il fatto che un tempo diceva che non avrebbe aderito ad altri gruppi, e ad Upp in particolare, ma personalmente la cosa non mi fa né caldo né freddo, anzi lo avevo previsto da tempo». A questo punto nemmeno le regionali, con strategie che lasciano imperturbabili i diretti interessati in maggioranza, potranno scaldare la ghiacciaia di palazzo Volpini. A meno di colpi di scena che non è dato prevedere, la Montali può contare su 9 consiglieri su 16, cioè i 6 di Upp e gli assessori Italo Canaletti, Attilio Fiaschetti e Andrea Dezi, che a questo punto è il solo piddino ad approvare in modo esplicito la sua linea, aspettando l’imminente congresso dei democrat.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X