Zoccolanti: su l’antenna
Cambia lo skyline di Corridonia

IL PALO - In due ore il traliccio di 36 metri è stato issato vicino al convento. Nel frattempo va avanti il riscorso al Consiglio di Stato presentato da alcuni cittadini. Il Comune nomina un legale per contrastare l'istanza
- caricamento letture
antenna zoccolanti 2

Issato il traliccio Telecom nell’area degli Zoccolanti. Da stamattina lo skyline di Corridonia si presenta così

 

Il paesaggio senza l'antenna

Il paesaggio senza l’antenna

Sono bastate 2 ore per stravolgere lo skyline di Corridonia. L’antenna di 36 metri che farà da ripetitore per cellulari è stata eretta stamattina nell’area degli Zoccolanti . Gru e ruspe all’opera dalle prime ore del giorno hanno concluso le operazioni intorno alle 13. A distanza di una settimana dal deposito del palo metallico (leggi l’articolo), portato sul posto in blocchi e poi assemblato per raggiungere l’altezza complessiva di 36 metri, si conclude così la fase tecnica della delocalizzazione prevista dal piano antenne avviato nel 2008. Veloce il montaggio della centralina e il cablaggio della rete elettrica che alimenterà il ripetitore. Un’operazione lampo che la Telecom, committente dei lavori ha voluto completare nel più breve tempo possibile per concludere la dislocazione dell’impianto oggi posizionato nella zona dei Capuccini. Sei i ricorsi, tutti collegati fra loro, avanzati da alcuni cittadini al Tar regionale.

antenna zoccolanti 5L’ultimo di questi presentato da Luigi Morresi ed altre sette persone lo scorso luglio chiedeva al tribunale amministrativo di sospendere l’autorizzazione unica concessa dal comune il 28 marzo. Tra le motivazioni si adduceva il dissesto idrogeologico certificato da una perizia fatta redarre dagli stessi cittadini in cui si affermava la necessità di mettere l’area in sicurezza, prima della realizzazione della base in cemento. Il ricorso è stato respinto. Immediato l’ appello al Consiglio di Stato che non dovrebbe pronunciarsi in tempi lunghi. Nel frattempo il comune di Corridonia da una parte, ha patrocinato il convegno per la tutela dell’Area promosso dal Fai il 16 novembre in seno alla campagna “Luoghi del cuore” che è valsa già più di 6mila adesioni per il sito, e dall’altra, con una delibera del 19 novembre scorso ha affidato ad un legale il compito di contrastare il procedimento avanzato da Morresi e compagni.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =