Forzano il posto di blocco e fuggono
Ritrovati nella notte con refurtiva

SEFRO - Due persone a bordo di un'Audi A6 grigia inseguiti dai carabinieri in collaborazione con il corpo forestale
- caricamento letture

carabinieri 3di Monia Orazi

Aggiornamento ore 9: E’ stata rintracciata tra Nebbiano e Piampalente di Camerino la coppia in fuga, dopo aver forzato un posto di blocco. Sono stati trovati dai carabinieri in tarda serata. Si tratterebbe di un uomo ed una donna di nazionalità rumena. Nella vettura, un’Audi A 6 con targa tedesca, sarebbero stati trovati oggetti risultati rubati al Nord.

***

 

Un’Audi A 6 grigia station wagon  non si è fermata al posto di controllo dei carabinieri lungo la provinciale che conduce a Sefro questa mattina poco prima di mezzogiorno. Da quel momento sono scattate le ricerche, in collaborazione con gli agenti del corpo forestale, per rintracciare le due persone che erano a bordo e che si sono date alla fuga nelle campagne tra Agolla e Montelago. A dare l’allarme è stata una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Camerino, intenta a fare dei controlli sul territorio, disposti dal comando della compagnia di Camerino. L’Audi ha forzato il posto di blocco, continuando dritta per la sua strada, infilandosi su per la stretta strada che dalla provinciale conduce nella frazione di Agolla. Una volta che il mezzo non si è fermato all’alt, è scattato l’inseguimento da parte dei carabinieri, l’auto ad un certo punto ha sbandato finendo al lato della strada, fermandosi nei pressi del limitare, impossibilitata a proseguire. A quel punto la coppia all’interno si è data alla fuga verso le campagne ed i boschi della zona. I carabinieri e gli uomini della forestale, coordinati dal comandante della compagnia di Camerino Vincenzo Orlando stanno battendo palmo a palmo la vasta zona boschiva tra Agolla e Montelago. Si tratta di aree impervie e ricche di boschi, prima di sfociare nella piana di Montalago adibita a pascolo, zone ricche di nascondigli che potrebbero facilitare la vita ai due fuggiaschi, dove si trovano anche vari casolari abbandonati che potrebbero loro offrire un facile nascondiglio. Si stanno compiendo accertamenti per verificare se l’auto possa essere stata impiegata per alcuni furti commessi di recente in zona. Per i militari sono ore di intenso lavoro, la battuta continuerà sino a sera, per poi riprendere alle prime luci dell’alba.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X