Autovelox sulla Rotelli, il sindaco:
“Non serve aggiungere i segnali”

POLLENZA - Il primo cittadino Luigi Monti risponde alle proteste e precisa: "I tratti di strada sono delimitati dal cartello inizio centro abitato che ha valore anche di limite di velocità"
- caricamento letture
Il sindaco Luigi Monti

Il sindaco di Pollenza Luigi Monti

In seguito al nostro servizio sulla presunta irregolarità della segnaletica relativa ai limiti di velocità in presenza di autovelox  lungo la provinciale 108, nei tratti di strada nelle frazioni Rotelli e Molino di Pollenza (leggi l’articolo), il sindaco Luigi Monti, interviene con alcune precisazioni:

«Si vede chiaramente dalla foto pubblicata insieme all’articolo, che la zona Rotelli, come la zona Molino, è delimitata dal cartello di “inizio centro abitato”. Questo cartello, (regolamento art. 131 comma 4), ha valore anche di limite di velocità e divieto dei segnali acustici ( di cui rispettivamente agli articoli 142 comma 1 e 156 comma 3 del codice), per cui non è necessario aggiungere i due segnali ecc…”. La Corte di cassazione con ordinanza 11018 del 20 maggio 2014 ha stabilito che i segnali vadano ripetuti dopo ogni incrocio o svincolo, salvo che si tratti di segnali a validità zonale, cioè che i segnali di velocità e divieto di segnali acustici vanno ripetuti solo fuori dai centri abitati. Gli organi istituzionali preposti, Prefetto e/o Giudice di Pace, prenderanno decisioni nel merito».

 

 

 

 

autovelox molino 0

Clicca sull’immagine per guardare il video



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X