E’ un febbraio fuori stagione
Mai così caldo dal 1950

Lunedì a Macerata sono stati registrati 23.5 gradi, valore più alto da 64 anni ad oggi. Massime 4.5 gradi più alte della media stagionale. Nei prossimi giorni graduale ritorno alla normalità
- caricamento letture

anziani-caldodi Redo Fusari*

Anche se alcuni detti popolari, dal punto di vista climatico, descrivono il mese di febbraio come un “mese corto e maledetto”, a causa dei ricorrenti periodi freddi e spesso nevosi che lo caratterizzano, quest’anno tutto ciò non si è sinora verificato. Infatti di precipitazioni se ne sono avute poche e all’inizio del mese, mentre altre zone d’Italia hanno avuto abbondanti precipitazioni sia piovose che nevose; inoltre le temperature si sono attestate su livelli decisamente superiori alla norma. In particolare faccio notare che a Macerata le temperature medie, sino ad oggi, si sono portate sui 9.8°C , cioè 3.5° superiori al valore statistico medio pluridecennale. Altrettanto fanno registrare sia le temperature minime che massime (rispettivamente +3.2° e

Redo Fusari

Redo Fusari

+4.5° ) con un a punta massima di 23.5° raggiunta lunedì 17, che rappresenta il valore massimo assoluto a partire dal 1950.  Nei prossimi giorni comunque vi sarà un graduale ritorno alla normalità per il fatto che le predominanti correnti meridionali, che finora hanno dominato in generale sul versante adriatico dell’Italia, verranno soppiantate per lo più da quelle settentrionali, notoriamente più fredde e spesso associate a perturbazioni. L’andamento sinusoidale, quest’anno alquanto accentuato, dei flussi di masse d’aria che investono la fascia temperata del nostro emisfero, ha penalizzato alcune vaste aree, dove vi sono state alluvioni e tempeste di neve (come in Inghilterra e negli Stati Uniti orientali) e risparmiato altre, dove invece il clima ha favorito caldo e siccità (ad esempio in California) e miti inverni (zone della Russia). Ecco, se ce ne fosse ancora bisogno, una ulteriore prova della “estremizzazione dei fenomeni meteorologici” causata dai cambiamenti climatici, che molti temono ma che pochissimi combattono.

*Redo Fusari, meteorologo dell’Osservatorio Geofisico di Macerata



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X