G.Benn, “Aprèslude”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Devi saperti immergere, devi imparare,
una volta è felicità, un’altra vergogna,
non abbandonare, non puoi allontanarti
quando all’ora viene meno la sua luce.

Resistere, aspettare, una volta a fondo,
un’altra sommerso e ammutolito,
curiosa legge, non sono scintille,
non solo – guardati intorno:

la natura vuole le sue ciliegie
anche da pochi bocci in aprile
e conserva la sua frutta
silenziosa fino agli anni buoni.

Nessuno sa dove si nutrono i germogli,
nessuno, se mai la corona fiorisca –
resistere, aspettare, concedersi,
oscurarsi, invecchiare, aprèslude.

Gottfried Benn, da Aprèslude (Einaudi, 1963)

Gottfried Benn

 

 

 

 

 

 

Logo-DIRETTONOTTE22



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X