Muore a quattro anni
Lottava contro il neuroblastoma

LA TRAGEDIA - Il piccolo si è arreso questa sera alla terribile malattia che lo aveva colpito. Dopo diversi ricoveri si è spento nella sua casa di Montefano. I genitori avevano lanciato l'allarme per i diversi casi di tumori infantili nella zona
- caricamento letture

 

L'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma dove il piccolo è stato in cura

L’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma dove il piccolo è stato in cura

 

di Matteo Zallocco

Quattro anni di vita, la maggior parte trascorsi in ospedale. Il piccolo Haiko non ce l’ha fatta. E’ morto questa sera a casa, a Montefano, dove viveva con il papà Daniel e la mamma Gabriella. Ad ucciderlo è stato il neuroblastoma, un tipo di tumore aggressivo, che si manifesta solo quando le metastasi sono in stato avanzato.
Le condizioni del bambino di quattro anni erano gravi da tempo, tanto che il padre, Daniel Bonacci, 30 anni di Recanati, aveva denunciato i troppi casi registrati in un solo anno nella stessa zona, tra i comuni di Appignano e Montefano. Tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012 Daniel Bonacci ha scoperto che suo figlio era stato colpito da neuroblastoma. Da allora ha girato gli ospedali: prima il Salesi di Ancona, poi il Bambin Gesù di Roma dove è stato ricoverato fino a qualche mese fa. Anche i medici ad un certo punto hanno alzato le braccia. Haiko è morto poco dopo le 19 di oggi. Un dolore senza confine per la famiglia che ha cercato con ogni mezzo di trovare il modo di salvare il piccolo Haiko. Ma la speranza si è spenta questa sera, quando il piccolo se n’è andato nell’affetto di mamma e papà. Una tragedia, l’ennesima, che ha colpito le comunità di Appignano e Montefano dove nel giro di pochi anni si sono ammalati quattro bambini a causa di tumori infantili. Prima di Haiko, altri due bambini, di 3 e 7  anni, si sono arresi alla malattia. Una situazione che ha destato grande allarme nella popolazione e che ha portato il Comune di Appignano a chiedere all’Arpam due diversi tipi di indagine: quella epidemiologica (che si è conclusa) pur senza rilevare un allarme, ha registrato un eccesso statisticamente significativo di queste patologie; mentre l’indagine ambientale è tuttora in corso.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X