Montalbano inarrestabile, sconfitta anche la Videx

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Montalbano

La formazione della Medea Montalbano

La Medea è inarrestabile e schianta anche la Videx nella sesta giornata di campionato. I bianco verdi di Francesco Bernetti superano in casa per 3-0 (25-16, 25-18, 25-19) la Videx Grottazolina e restano saldamente al comando della classifica a punteggio pieno centrando l’undicesima vittoria consecutiva di questo avvio di stagione con appena due set lasciati agli avversari. I giovani fermani hanno provato ad opporsi allo strapotere fisico e tecnico degli uomini griffati Medea ma hanno finito col naufragare contro una macchina ben collaudata fatta di servizi efficaci, muri impenetrabili, difesa bunker e attacchi micidiali. Nel primo set la Medea è scesa in campo con la formazione tipo e sin da subito ha spinto sull’acceleratore guadagnando un vantaggio incolmabile. Stesso andamento nel secondo set con quattro punti di margine conquistati nella fase iniziale e l’allungo decisivo sul 21-13 che ha permesso a coach Bernetti di effettuare qualche cambio con Bravi in regia per Pison, Paoletti per Baiardelli in banda e Silvestroni al centro per Medei, a conferma della qualità della rosa a disposizione del tecnico bianco verde. Nel terzo set la squadra scende lievemente di intensità e la Videx riesce a rimanere aggrappata al set fino al 12-12 quando uno scatenato Massaccesi (17punti totali per lui) scava il solco decisivo a muro e al servizio, con la ricezione ospite che va in bambola concedendo punti in battuta anche a Bravi e Ortolani e nel finale regala un paio di ingenuità che permettono alla Medea di chiudere senza problemi. Vittoria, primato e numeri importanti per la squadra che avrà di fronte ora un doppio impegno di livello in questa settimana, prima l’andata degli ottavi di finale della Coppa Marche ad Agugliano, poi sabato lo scontro diretto a Monte Urano con i locali neopromossi secondi in classifica a meno tre dalla vetta, un primo crocevia della stagione. «Abbiamo giocato un buon match, anche se nel secondo e terzo set siamo un po’ calati di intensità – ha commentato Francesco Bernetti a fine gara – e ora ci proiettiamo sulla partita di Coppa ad Agugliano. I nostri avversari sono ultimi nel girone A e non li conosciamo, per cui sarà fondamentale giocare al massimo per vincere con un buon parziale e affrontare con meno patemi la gara di ritorno. Se ce ne sarà l’occasione darò spazio a chi ha giocato meno. Siamo sulla strada giusta e la gara di sabato a Monte Urano sarà una verifica interessante del lavoro svolto finora».
Secondo successo consecutivo anche per la Fratini Ascensori che passa al tie break (21-25, 25-16, 25-23, 22-25, 10-15) sul campo della Leoni Osimo, gara che metteva in palio punti preziosi per l’alta classifica del girone. Grande lotta e agonismo sin dalle prime battute con un buon inizio della Fratini che vince il primo set controllando dopo un buon vantaggio accumulato nella fase centrale. Nel secondo il copione si ribalta, la Fratini comincia a sbagliare troppo e perde la bussola. Il terzo set è all’insegna dell’equilibrio e dell’agonismo e premia i locali più cinici a chiudere i palloni decisivi sul 23-23. I ragazzi di Ettore Martusciello non mollano la presa nonostante la rimonta subita, mettono pressione agli osimani e li costringono a forzare il gioco con il risultato di un aumentato numero di errori e di nervosismo da parte dei locali e una vittoria importante portata a casa nel quinto set, gestito ottimamente nei momenti caldi. Il successo vale anche il secondo posto in classifica a quota undici punti, alle spalle dell’imprendibile Montecassiano che ha fermato la corsa del Cus Ancona, e nella settimana giornata, ultima di andata, la Fratini ospiterà l’Appignano Volley per consolidare la seconda piazza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X