Un anno di Daspo alla Tardella
“Sentenza ingiusta, farò subito ricorso”

L'atto notificato dal Questore di Roma, datato 26 luglio 2013, è arrivato oggi alla presidente della Maceratese: "I programmi della società non cambiano, i nostri tifosi rappresenteranno la città ogni domenica al mio posto". I fatti contestati risalgono alla gara giocata in casa dell'Astrea
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tardella (4)

La delusione di Maria Francesca Tardella

di Andrea Busiello

Brutta tegola sul presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella. Il numero uno biancorosso si è visto recapitare oggi pomeriggio un Daspo di durata annuale, a partire dal 26 luglio 2013. Il Questore di Roma ha notificato l’atto e attraverso questo procedimento la stimata presidente della Maceratese non potrà prender visione a nessuna manifestazione sportiva fino al 26 luglio 2014. L’episodio risale al 21 aprile di questa stagione quando la Maceratese ha giocato in casa dell’Astrea, la formazione laziale composta da atleti stipendiati dalla Polizia Penitenziaria. Stando a quanto si legge sulla lettera di Daspo pervenuta alla numero uno biancorossa, viene contestato il fatto che durante la sfida in programma nell’impianto laziale la stessa avrebbe “aggredito verbalmente e minacciato le forze dell’ordine presenti all’incontro a tal punto da mettere in pericolo lo svolgimento della gara stessa“. Una sentenza che non ci voleva proprio quando sta per iniziare la stagione agonistica ma la presidente della Maceratese è più agguerrita che mai. «Risponderò nelle sedi opportune di quello che è successo nella gara di Astrea – dice con tono deluso e dispiaciuto la Tardella – ma dico sin da ora che andrò fino in fondo per far emergere la verità di quello che è successo in quella gara». Il pensiero va subito alla situazione nella società biancorossa che «rimarrà tale. Questa decisione non cambia di una virgola i miei programmi presenti e futuri. Colgo l’occasione per ringraziare di cuore tutti i tifosi della Maceratese che ci sono stati sempre vicini e che ogni domenica, quest’anno più di sempre, rappresenteranno la loro città e sono convinta che lo faranno nella maniera migliore». L’ultimo intervento della Tardella è rivolto verso le forze dell’ordine locali: «voglio elogiare e ringraziare pubblicamente il Prefetto, il Questore e tutte le forze dell’ordine locali che dopo quanto successo mi hanno dimostrato grande affetto e vicinanza. La Maceratese sarà ancora più felice di poter collaborare con gente seria e valorosa come quella che opera nella nostra città».

(Foto di Lucrezia Benfatto)

Tardella (3) Tardella (2) Tardella



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X