Marea nera, attesa
per i risultati delle analisi

CIVITANOVA - Il sindaco Corvatta sembra intenzionato a non prorogare l'ordinanza del divieto di balneazione, che scade domani alle 13. L'ultima parola, però, spetta all'Arpam
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La confluenza delle acque nere sul chienti

La confluenza delle acque nere sul chienti

di Laura Boccanera

Bisognerà attendere ancora fino a domani per avere il risultato della analisi dell’Arpam sui campioni raccolti lungo la foce del fiume per verificare l’esistenza nell’acqua di alcuni batteri anaerobici prodotti dallo sversamento del digestato utilizzato per fertilizzare i campi da parte dell’azienda Ambruosi e Viscardi. Dopo il sopralluogo di ieri, la Forestale ha ravvisato danni ambientali consistenti con la conseguente moria di pesci e ha denunciato Il titolare della ditta all’Autorità Giudiziaria per i reati di danneggiamento aggravato di acque pubbliche, smaltimento illecito di rifiuti e getto pericoloso di cose (leggi l’articolo). In merito alla situazione delle acque alla foce del Chienti, è intervenuto oggi anche il sindaco di Civitanova Tommaso Corvatta che ha firmato giovedì mattina un’ordinanza con il divieto di balneazione entro un chilometro a nord della foce. “Dopo l’incidente che ha provocato la dispersione di materiali nel corso del fiume Chienti, la situazione dello specchio d’acqua nel territorio di Civitanova Marche oggi sembra sensibilmente migliorata – spiega Corvatta – le correnti marine della scorsa notte hanno portato verso il largo, in direzione sud-est, i liquami dispersi nell’acqua alla foce del fiume e, ad un sopralluogo effettuato in mare in mattinata dall’Ufficio circondariale marittimo, non si notano residui e il colore dell’acqua è tornato nella norma. Non disponiamo ancora dei risultati analitici dei prelievi effettuati dall’Arpam perché le analisi batteriologiche richiedono un periodo di 48 ore di incubazione. L’ordinanza firmata a scopo precauzionale nella giornata di ieri con divieto di balneazione per il tratto di costa dalla foce del Chienti ad un chilometro a nord terminerà alle 13 di domani, sabato 10 agosto. Al momento, sentite le autorità competenti, non sussistono motivi per ritenere utile una proroga del divieto. Attendiamo le relazioni dell’Arpam per la giornata di domani per assumere eventuali decisioni”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X