Schettino testimonial del Conero?
Spacca: “Marche screditate”

Durissimo commento del Governatore su Facebook: "Iniziativa scellerata, vanificato l'impegno alla Bit"
- caricamento letture

 

schettino1 L’ipotesi di una possibile candidatura del comandante Francesco Schettino, l’uomo sotto accusa per il tragico “inchino” della nave Costa Concordia davanti all’isola del Giglio, a testimonial del Conero (leggi l’articolo)  ha scatenato una bufera.
La notizia – nata dalla confidenza del rappresentante di un comitato dei commercianti, pare amico del comandante in cerca di lavoro – ha provocato la reazione delle associazioni turistiche, degli albergatori e degli stessi commercianti di Numana, molti dei quali pronti a uscire immediatamente dal comitato senza le dimissioni di colui che ha innescato la vicenda. Ferma presa di distanza anche del sindaco Marzio Carletti e dell’amministrazione numanese. Tutti insomma allarmati dai danni all’immagine – non solo per Numana ma per l’intera area del Conero – provocati da una simile boutade.

Spacca: danni inenarrabili all’immagine turistica

“Non si sa chi sia il genio che ha pensato di invitare Schettino a un’iniziativa per la valorizzazione del Conero, ma certo è che sta producendo danni inenarrabili alla nostra immagine turistica”. Non nasconde la sua irritazione il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca per l’idea, venuta al rappresentante di un’associazione di categoria di Numana, di coinvolgere l’ex comandante della Concordia Francesco Schettino come una sorta di consulente per il rilancio dell’immagine turistica del Conero. “Con una tempistica degna di miglior sorte – incalza Spacca nella nota pubblicata sulla sua pagina facebook  – rischia di vanificare tutti gli sforzi compiuti dalla Regione Marche in questi giorni alla Bit di Milano per promuovere il turismo regionale”. Il promotore dell’iniziativa, che parrebbe del tutto isolata, sarebbe un operatore economico del Conero – amico di Schettino – “affetto – secondo Spacca – da profondo autolesionismo” e che “sta alimentando un forte discredito, grazie soprattutto ai continui rilanci che, di questa sua idea, ha fatto la stampa nazionale”.
“A Milano, alla Bit – ricorda Spacca -, abbiamo lavorato per promuovere il turismo marchigiano, con il Conero al centro di due eventi prestigiosi della prossima estate, come l’Endurance Lifestyle e il Campionato mondiale di Vela d’Altura, anche se di questo nessun quotidiano nazionale ha parlato”. Sforzi “orientati a sottolineare la qualità e l’originalità di un contesto umano e ambientale straordinario che ora rischiano di perdersi con un annuncio senza senso. La Regione Marche investe molte risorse sul litorale del Conero, altre sono in programma, in particolare per trovare una soluzione definitiva alla salvaguardia ambientale di Portonovo. Questo comporta una forte condivisione di questi impegni che devono trovare coerenza tra istituzioni, operatori e cittadini, tutti ugualmente impegnati a promuovere, con intelligenza e sensibilità – conclude -, una nuova economia del turismo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X