Harakiri Cus Macerata
Morrovalle ringrazia e vince il derby

BASKET - I ragazzi di Palmioli dilapidano un vantaggio di 23 punti, Bongelli e Pelacani firmano il sorpasso nel finale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Sconfitta amara per il Cus Macerata

Sconfitta amara per il Cus Macerata

di Vincenzo Paci

Il Ponte Morrovalle mette a segno una vittoria davvero memorabile con la complicità di un CUS Macerata che, trovatosi in vantaggio anche di più di venti punti nel terzo periodo, si è sentito appagato e ha messo fine a qualunque tipo di ostilità realizzando dal momento del massimo distacco la miseria di 15 punti. Il finale 71-65 è stato frutto di una interminabile battaglia, durata quasi due ore, che ha visto i direttori di gara ravvisare circa 65 (sessantacinque) falli, di cui tre tecnici, un antisportivo e una espulsione. Partita dai due volti per antonomasia che vede nella prima parte il CUS dominare in lungo e in largo con un movimento di palla e un gioco buonissimo, salvo poi spegnersi improvvisamente e subire la rimonta forsennata dei padroni di casa. Nel primo quarto è il tiro da 3 l’arma migliore dei maceratesi che puniscono sistematicamente dall’arco i morrovallesi che rimangono a galla grazie ai viaggi in lunetta, numerosissimi sin dalle prime fasi di gioco. Nel secondo periodo i cussini aumentano il vantaggio con un eccellente lavoro in transizione e grazie anche ai primi provvedimenti dei direttori di gara che fischiano un tecnico a Di Angilla e poi lo espellono per le reiterate proteste; per ciò che riguarda il basket giocato in casa Morrovalle pervenuto il solo Pelacani con 11 punti a referto nella seconda frazione. Squadre al riposo sul 27-45. Al rientro dagli spogliatoi il CUS piazza subito un parziale di 5-0 a che porta il vantaggio degli universitari a 23 punti. Esattamente nel momento del raggiungimento del cinquantesimo punto la partita cambia completamente: i maceratesi smettono completamente di giocare e i padroni di casa che avevano più di un piede nella fossa ed erano quasi in attesa di venire seppelliti cominciano invece a risalire la china. Curzi con una bomba dichiara “siamo ancora vivi”, segue un parziale di 5-0 che riporta lo svantaggio a cifre più contenute, ma ancora apparentemente incolmabili. Salgono allora in cattedra Lorenzo e Luca Bongelli che recuperano una quantità impressionante di palloni e in contropiede castigano gli ospiti a ripetizione, la resa virtuale dei maceratesi arriva formalmente con il fallo antisportivo di Mancini che permette ai padroni di casa di chiudere il terzo periodo in svantaggio di sole tre lunghezze. Nell’ultimo quarto il Ponte sembra non voler portare a compimento una rimonta ormai inevitabile: il CUS viene tenuto in vita da un tecnico preso ingenuamente dalla panchina locale e riesce a mantenere il vantaggio fino a due minuti dal termine quando Luca Bongelli mette la freccia e con due bombe porta a compimento il sorpasso. Il resto è garbage time che porta al finale 71-65.

Parziali: 11-20, 16-25, 25-10, 19-10.

Tabellini:
IL PONTE MORROVALLE: Bongelli Lu. 15, Di Angilla 1, Bongelli Lo. 9, Calabrese 13, Pesci 2, Zatar, Cececotto, Curzi 8, Amaolo, Pelacani 23. All.Pesci.

CUS MACERATA: Orioli 8, Nobili 12, Trillini 20, Mancini 10, Centioni 2, Santinelli, Kasperskyy 6, Taborro, Cerescioli 2, Isabettini 5. All.Palmioli.

Direttori di gara: Marinelli e Antimiani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X