L’ossessione di Sandro Carelli
“Se Andreaa non vuole stare con me,
la faccio stare con mio figlio”

OMICIDIO MARIN - Prosegue il processo al tribunale di Macerata. Sono stati ascoltati la sorella della vittima, Ionela Valentin Marin, il cognato Stefano Fiordaliva, il fidanzato Dritan Nikai, nonché Georgeta Tesedan del bar Gloria di Macerata
- caricamento letture
 L'arresto di Sandro Carelli

L’arresto di Sandro Carelli

di Cristina Grieco

Continua dinanzi alla Corte d’Assise di Macerata il processo (leggi l’articolo precedente) per l’omicidio di Andreea Cristina Marin, la ventitreenne il cui corpo venne rinvenuto la notte del 27 gennaio 2012 con il cranio fracassato sulla spiaggia di Porto Potenza. Valentino Carelli, anche oggi presente in aula, è l’unico per il quale si sono aperte le porte della Corte d’Assise, gli altri coimputati infatti, compreso il padre Sandro Carelli ritenuto il mandante dell’omicidio, tutti in attesa di giudizio, saranno presto processati con rito abbreviato.

Stamane è proseguito l’esame dei testi dell’accusa. Sono stati ascoltati la sorella della vittima, Ionela Valentin Marin, il cognato Stefano Fiordaliva, il fidanzato Dritan Nikai, nonché Georgeta Tesedan del bar Gloria di Macerata insieme al marito Suib Veseli. La coppia aveva per lungo tempo ospitato Andreea Cristina, dal suo arrivo in Italia fino al suo trasferimento al condominio Lido Bello, dove la giovane ha poi trovato la morte. Lei per ricambiare la generosità dell’amica la aiutava facendo da baby sitter alla figlia di dieci anni. Andreea frequentava spesso il bar Gloria dove lavorava Georgeta Tesedan che in aula ha dichiarato: “Sandro Carelli voleva allontanarla da Macerata – e ancora – io ho provato a dirle di trovare un appartamento vicino a noi così che se fosse successo qualcosa ci saremmo stati noi ad aiutarla”.

Stefano Fiordaliva, cognato della vittima, ha raccontato di essersi trovato una volta Sandro Carelli che lo aspettava all’uscita dal lavoro: “Mi ha chiesto insistentemente il numero della sorella di Andreea, Ionela, voleva parlarle perché voleva che convincesse Andreea a stare con lui. Quel giorno sembrava fuori di sé”. La testimonianza rassegnata di Ionela Marin, sorella della vittima: “Dopo la visita di Sandro Carelli a mio marito, avevo cercato di metterla in guardia. Era ossessionato, aveva addirittura detto a mio marito che se Andreea non voleva stare con lui avrebbe potuto farla stare con il figlio purché andasse a vivere a casa sua. Non è una cosa normale. Le avevo detto che non condividevo la scelta di andare a vivere a Porto Potenza”.

Sul banco dei testimoni anche Dritan Nikai, fidanzato di Andreea, con il quale la giovane ha trascorso anche la sera prima dell’omicidio. “Ci siamo conosciuti quando Andreea lavorava al Tartaruga, il giorno dopo ci siamo incontrati fuori ed è nata una relazione”. E ancora: Andreea riceveva in continuazione messaggi e telefonate. Mi aveva parlato di un uomo di nome Sandro. È capitato che se dovevamo fermarci all’Agip di Porto Potenza a prendere le sigarette e lei vedeva la sua macchina mi chiedeva di non fermarmi e di proseguire. Io avrei voluto parlarci per dirgli di lasciarla in pace ma lei mi rispondeva che avrebbe risolto da sola la situazione”.

Il processo riprenderà il prossimo 25 febbraio. Dovranno essere ascoltati gli ultimi testi dell’accusa tra cui, per espressa richiesta del PM Ciccioli, le dottoresse Buscemi e Alessandrini, che hanno redatto la relazione di biologia forense finalizzata a valutare i vari profili di DNA rinvenuti sul luogo del delitto. Inoltre, se risulteranno già depositate in atti le trascrizioni delle intercettazioni ambientali, così come espressamente richiesto dalla difesa di Valentino Carelli, il processo potrà procedere con l’esame dell’imputato e l’escussione dei primi testi della difesa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1