“…totale da pagare entro 60 giorni”

Cartelle "pazze" agli avvocati da Equitalia
- caricamento letture
L'avvocato Andrea Marchiori

L’avvocato Andrea Marchiori

di Andrea Marchiori

Purtroppo tanti italiani ricevono cartelle esattoriali di questo tenore da Equitalia Spa che, nella maggior parte dei casi, adempie correttamente il proprio ruolo istituzionale. La società di recupero tributi effettua anche il servizio di riscossione non da ruolo ovvero affianca gli enti nella gestione dei pagamenti; in tale ambito la società si presenta con questo slogan “Il fine del Gruppo è di contribuire a realizzare una maggiore equità fiscale, dando impulso, attraverso la riduzione dei costi a carico dello Stato e il miglioramento del rapporto con il contribuente, all’efficacia della riscossione, per un fisco più equo a vantaggio dell’intera collettività.”  Spesso si sente parlare delle cosiddette “cartelle pazze”, di quelle intimazioni di pagamento che non hanno fondamento e che sono frutto di errori del sistema informatico. Le cartelle esattoriali che in questi giorni vengono notificate agli avvocati maceratesi non sono, invece, “pazze” ma frutto di una ragionata scelta dell’esattore.

equitaliaIl Consiglio dell’Ordine, come mi pare abbia fatto anche altri anni, ha dato mandato ad Equitalia Centro Italia Spa di riscuotere la tassa annuale di iscrizione ma l’Istituto, anziché inviare a settembre 2012 l’avviso di pagamento con il relativo bollettino, ha preferito rendere esecutivo il ruolo nel mese di ottobre e, quindi, notificare in questi giorni la cartella di pagamento senza aver fatto alcuna precedente comunicazione, per di più con l’aggravio di € 5,88 per diritti di notifica.  E’ evidente che per tutti gli iscritti il problema non è rappresentato dal pagamento di sei euro aggiuntivi (che comunque rappresentano un lucro considerevole per la società di riscossione) ma dal metodo: il contribuente viene trattato in modo disumano e quello che non ha il tempo e la capacità di gestire questi soprusi, rimane vittima del sistema e per ovviare ai successivi pignoramenti e fermi amministrativi si trova a dover scalare cime spesso insormontabili. Qualora si sia trattato di un mero errore nella gestione del servizio, mi aspetto che Equitalia provveda immediatamente alla emissione degli sgravi ed all’invio della semplice comunicazione di pagamento del reale importo dovuto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X