Paga con 20 euro falsi prelevati al bancomat

Trentenne portorecanatese ha usato la banconota in una tabaccheria
- caricamento letture

banconote-falseBanconote false a Porto Recanati ma ai carabinieri non risultano denunce o casi di particolare allarme.
A farne le spese sono state una tabaccaia che ha incassato il denaro finto  ma anche la sua cliente, una trentenne che lavora in un locale di Porto Recanati e che aveva appena prelevato la banconota falsa da un bancomat.
E’ accaduto nel week end quando la ragazza è entrata nella tabaccheria e ha pagato con 20 euro quello che aveva preso.  La tabaccaia, forse controllando come sua prassi o insospettita da quella banconota, l’ha maneggiata notando qualcosa di strano ma ha poi accettato il denaro e dato il resto alla cliente. Questa mattina, però, la giovane  è tornata ancora una volta nella tabaccheria dove la commerciante le ha fatto notare l’accaduto. A questo punto la portorecanatese, molto stupita, ha pagato con denaro corrente e ha rivelato di aver prelevato la banconota falsa l bancomat di una banca della città. Decisa ad andare fino in fondo, si è rivolta ai carabinieri e alla banca dalla quale aveva ritirato il denaro per avere chiarimenti. La banconota, infatti, sembrava perfettamente uguale all’originale e sembrava avere tutto perfettamente in regola, dal colore agli altri accorgimenti tecnici della Zecca di Stato, tranne lo spazio quasi assente in alto.
non è il primo episodio di questo genere. A maggio scorso  a Recanati due giovani erano stati denunciati per possesso di banconote false dopo che avevano tentato di pagare la loro spesa con soldi finti (leggi l’articolo). Anche quella volta in gioco c’erano delle banconote da 20 euro e anche quella volta era stato il commerciante ad accorgersi che qualcosa non quadrava. La differenza è che i due ragazzi volevano spacciare quelle banconote per vere mentre questa volta la malcapitata era all’oscuro di avere denaro falso. Nella città della poesia il commerciante si era rivolto ai carabinieri per far rintracciare i due ragazzi mentre questa volta i due portorecanatesi, commerciante e cliente, hanno risolto la cosa bonariamente tra loro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X