Fare per Fermare il declino: “Con noi sta nascendo dal basso un vero partito di popolo”

Lettera aperta del coordinatore regionale Sabino Patruno. Il movimento ha raccolto le firme in meno di una settimana
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Sabino Patruno (a destra), coordinatore regionale di Fare per Fermare il Declino

Sabino Patruno (a destra), coordinatore regionale di Fare per Fermare il Declino

Pubblichiamo di seguito una lettera inviata da Sabino Patruno, coordinatore regionale di Fare per Fermare il Declino, il movimento fondato da Oscar Giannino, in cui sono candidati tre maceratesi: Massimo Raparo, Sergio Martellini e Tommaso Perfetti (leggi l’articolo):

Gentile Direttore,

In questi giorni si fa un gran parlare su tutti gli organi di informazione regionali di candidati, lotte nei partiti e fra alleati per designare nomi e poltrone. È insomma tutto un totocandidature, che francamente più che divertire, finisce col dimostrare, ancora una volta,  quanto ormai siano lontani i partiti tradizionali dalla vita civile e dalla realtà ormai drammatica in cui la maggioranza dei cittadini si trova a vivere ogni giorno.
Devo essere onesto, anche noi per qualche istante siamo stati tentati dal contattare il personaggio di turno, magari l’imprenditore blasonato o la personalità del mondo accademico per proporgli una candidatura, ma alla fine abbiamo deciso di percorrere una strada nuova. Non ci siamo accapigliati fra noi, per decidere chi dovesse stare in lista. Abbiamo semplicemente deciso nella maniera più serena e democratica possibile, evitando personalismi e dinamiche di parte. Certo, siamo consapevoli di non aver potuto scegliere necessariamente i migliori, ma ahime non ci è stato concessa l’opportunità di tenere primarie aperte, come faremo in futuro. Il signor Berlusconi prima e il signor Monti poi, hanno infatti deciso di disporre della costituzione a proprio piacimento, obbligandoci ad elezioni anticipate e a un periodo di non trascurabile incertezza, prima sulla data dello scioglimento delle camere e poi sulla questione del numero di firme necessario a presentarsi alle elezioni.

Oscar Giannino a Macerata

Oscar Giannino a Macerata

Nonostante queste difficoltà, che credo comprenderà, visto e considerato che il nostro movimento è nato in luglio, riunendosi per la prima volta nelle Marche soltanto il 23 settembre, abbiamo invitato, tutti i “Fattivi” iscritti a candidarsi, fornendo motivazione e curriculum. Successivamente ogni comitato si è riunito, in alcuni casi formalmente, in altri informalmente via mail e ha votato o scelto i nomi da proporre al tavolo regionale per camera e senato. Infine, tutti insieme, nel coordinamento regionale,  abbiamo scelto le persone da candidare, cercando di coprire tutto il territorio regionale, con persone di stimata competenza, chiara integrità morale e animate da tanta voglia di fare, facendo soprattutto affidamento sulle valutazioni di ogni singolo comitato locale. Ciò ci ha condotto a comporre una lista di persone vere, che ogni giorno si impegnano nel loro campo, dalla libera professione alla scuola, dall’impresa alla ricerca di un lavoro stabile. Queste persone stanno sacrificando lavoro e famiglia, per inseguire un sogno che non ha precedenti nella storia repubblicana: far nascere dal basso, un partito di popolo, che possa dirsi veramente liberale e democratico.
Io personalmente mi sento di ringraziarli tutti e di invitarli a continuare a percorrere la strada tracciata in quella soleggiata domenica di settembre, in cui ci siamo riuniti in poco più di cinquanta persone, per ritrovarci oggi, a distanza di pochi mesi, a concorrere alle elezioni politiche forti di una base di oltre 1400 militanti e migliaia di persone che hanno voluto lasciare un segno di fiducia nei nostri confronti.
Siamo consapevoli di aver fatto tanto, ma che ciò non è ancora abbastanza, per cantar vittoria, ma noi nasciamo per rimanere e segnare col nostro impegno, la vita civile del paese tanto oggi quanto nell’avvenire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X