I papà tinteggiano la scuola per Natale

- caricamento letture
ScuolaLuzio

L’ingresso del plesso Luzio

 

Le vernici e i pennelli li mette a disposizione l’amministrazione comunale. Il tempo libero, durante le vacanze di Natale, i papà di una decina di bambini, tinteggiatori volontari. La ricetta anti-tagli all’istruzione viene da San Severino, dove la Scuola per l’infanzia e primaria ‘Alessandro Luzio’ verrà rimessa a nuovo durante le feste grazie alla buona volontà di genitori e personale scolastico. L’idea e’ stata della dirigente scolastica. Il tempo libero, durante le vacanze di Natale, i papà di una decina di bambini, tinteggiatori volontari. La ricetta anti-tagli all’istruzione viene da San Severino, dove la Scuola per l’infanzia e primaria ‘Alessandro Luzio’ verrà rimessa a nuovo durante le feste grazie alla buona volontà di genitori e personale scolastico. L’idea è stata della dirigente scolastica. L’annuncio, diffuso con una lettera inviata alle famiglie degli alunni della primaria “Alessandro Luzio”.

***

Di seguito la nota stampa del Comune di San Severino:

A.A.A. cercasi genitori volenterosi. L’annuncio, diffuso con una lettera inviata alle famiglie degli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria “Alessandro Luzio”, è stato lanciato dalla dirigente scolastica, Vanna Bianconi, e sottoscritto dal sindaco, Cesare Martini, e dall’assessore alle Manutenzioni del Comune di San Severino Marche, Giampaolo Muzio.

La proposta è semplice: rendere la scuola più accogliente. Come? Armandosi di pennelli e cazzuola, strumenti necessari per tinteggiare le pareti e rattoppare qualche piccolo buco. Così dirigente ed amministratori, che si sono messi personalmente a disposizione offrendosi di collaborare alla giusta causa, dopo essersi incontrati hanno proposto al Consiglio d’Istituto, che ha accolto di buon grado l’iniziativa con il voto unanime dei presenti, un’opera di manutenzione straordinaria sui generis. “L’iniziativa – spiegano il sindaco Martini e l’assessore Muzio – fa seguito ad una delibera della Giunta comunale con la quale sono stati destinati 10mila euro all’Istituto comprensivo per il rinnovo degli arredi: banchi, sedie, armadietti ed altro materiale. Nella stessa delibera veniva chiesto di recuperare oggetti ancona utilizzabili ma che necessitavano di qualche piccola aggiustatura”. “L’ente locale – spiega la dirigente Bianconi – ha ben compreso lo spirito dell’iniziativa e, condividendo la volontà della scuola, ha destinato alla stessa un budget specifico ma questo non basta e allora abbiamo lanciato un piccolo appello chiedendo aiuto ai genitori. A tale richiesta in molti hanno risposto con grande entusiasmo. E non ce l’aspettavamo proprio. Sono più di dieci i papà che hanno già detto sì, l’ultimo mi ha appena contattato mettendosi a disposizione per ben tre giorni nel periodo delle vacanze di Natale quando, non essendo presenti gli alunni in aula, sarà molto più semplice lavorare senza disturbare”. L’Amministrazione comunale, come detto, farà “squadra” con le famiglie e tutto il personale della scuola, dirigente compresa. “Ovviamente metteremo a disposizione tutti i materiali necessari: dalle vernici alle scale per salire fino ai soffitti, ai pennelli, alle guarnizioni paraspifferi per le finestre se dovessero servire – spiegano il sindaco Martini e l’assessore Muzio, che aggiungono – Ci è piaciuto, e molto, lo spirito collaborativo che si è venuto a creare con la scuola ma anche con le famiglie. La dirigente ha avuto un’ottima idea ed il suo spirito battagliero, ancora una volta, sarà premiato. E’ poi bello pensare che qualcuno rinunci ad un po’ del proprio tempo, pure in un periodo di festa, per dedicarsi alla comunità”. Le famiglie che volessero aderire, e che non l’hanno ancora fatto, possono contattare la segreteria della scuola che, ovviamente, sarà ben lieta di accogliere la sottoscrizione dell’appello.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X