Maceratese, è già tempo di pensare al mercato: arriverà un centrocampista

La presidentessa Tardella ha fatto capire a chiare lettere che la squadra verrà rinforzata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

SCATTOLINI-2-300x225

di Enrico Maria Scattolini

TAVECCHIO E MARIELLA Ricordate il j’accuse della presidentessa dopo Termoli-Maceratese, all’indirizzo degli arbitri a sud del Tronto fin lì prevalentemente designati a dirigere gli incontri dei biancorossi ed il suo fiero (e fermo) proposito di  protestare addirittura con il potente capo della Lega Nazionale Dilettanti? Ebbene, se Tavecchio l’ha ascoltata inviando tale Gianni Bichisecchi da Livorno (-) per il derby con la Samb, certamente non le ha reso un favore perché il suddetto è riuscito addirittura a far rimpiangere i suoi predecessori. Un amicale consiglio, a questo punto, mi sento di dare a Mariella: più che disturbare i vertici, si faccia indicare la  giusta via dal suo omologo di Ancona, gratificato da quattro rigori ed innumerevoli espulsioni fra gli avversari nelle ultime tre gare, così da consentire alla sua squadra di recuperare due gol di svantaggio contro il Termoli e di seppellire sotto una valanga di reti il Fidene, domenica scorsa.

COMUNQUE I CARTELLINI ROSSI subiti dai due giocatori del Fidene Anselmi e  Palermo, oltre all’incredibile fracasso di ammonizioni dispensate ad oltre tre quarti della squadra, agevoleranno il compito della Maceratese (+), che a fine settimana sarà ospite dei verosimilmente imbufaliti romani. Trasferta importante” perche’- come sottolinea il saggio Di Fabio – dobbiamo subito riprenderci per non correre rischi, dal momento che abbiamo bisogno fare punti pensando in primo luogo alla salvezza”. In effetti, la sconfitta con la Sambenedetesse ha praticamente risucchiato i biancorossi nel gruppone di centro classifica. Il che invita all’allerta.

Tardella

Il presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

LA BUONA NOTIZIA (+) è che arriverà il sospirato uomo di centrocampo (+). L’ha fatto capire chiaramente la dottoressa Tardella nella sala stampa dell’Helvia Recina, dopo la conclusione del disgraziato derby. Sia in un paio di battute ufficiali durante l’intervista; sia off the record: a telecamere spente. Sarà un trequartista di quelli buoni. Consentirà a Carboni di ritornare in mediana, per recitare, finalmente, il ruolo per il quale madre natura l’ha fatto. Naturalmente bisognerà attendere la riapertura delle liste di dicembre (a costo di ” tagli “molto dolorosi).

E QUI STA L’ERRORE (-) L’ho già scritto nelle precedenti edizioni di questa rubrica. Fino alla noia, tanto di meritarmi il complimento di… fissato da parte di qualche gentile addetto ai lavori. Ma sono costretto a ripetermi. Nonostante fosse nota da sempre la regola dei quattro under da utilizzare tutt’insieme dal primo all’ultimo minuto di ogni partita, a giugno si è preferita l’opzione di tre attaccanti over, nonostante l’impossibilità di schierarli contemporaneamente, a quella di un forte centrocampista. Le conseguenze sono sotto gli occhi tutti, anche di quelli che fino ad ora si sono rifiutati di vedere: Orta in panchina (ieri neanche convocato); problemi nella fascia mediana, perfino contro una squadra mediocre come il Marino, rimediati, nella circostanza dalla goleada dello straordinario Melchiorri; in definitiva, generale situazione di disagio soprattutto negli incontri all’Helvia Recina. Arriverà dunque il toccasana, ma la domanda e’: quanto tempo si è perso e quanto ancora se ne perderà prima di mettere a punto i meccanismi di gioco della squadra? Che invece sarebbe stata perfetta con un minimo di lungimiranza. E qui, francamente, sta il disturbo!

E’ SORPRENDENTE la certificazione di ieri di una Tardella da tempo disponibile ai rinforzi (+++), e quindi sostanzialmente in attesa delle scelte del settore tecnico, al contrario di quello che invece si credeva sino alle sue dichiarazioni del post Maceratese-Samb. Le istanze del dottor Cicchi e di Di Fabio, espresse negli ultimi tempi riguardo alla possibilità di irrobustire il reparto mediano della formazione, sembravano balbettanti perché giustamente condizionate dall’ok della Presidentessa. La realtà si rivela ora del tutto differente e c’è solo da decidere su quale giocatore investire. Magari allargando gli orizzonti al di là dei consueti… fornitori ascolani/abruzzesi.

Melchiorri3-300x200

L’attaccante della Maceratese Federico Melchiorri

LA  CATTIVA VOCE DI MERCATO CHE NON VORREI DARE Sembrerebbe che la Ternana abbia messo nel mirino Melchiorri (- – -). Il condizionale, oltre che d’obbligo, è scaramantico!

PATRIMONIO UNESCO (+) “Oggi hanno vinto in due: la Sambenedettese sul campo, il pubblico maceratese sugli spalti dell’Helvia Recina”, è l’ispirato commento della Tardella in sala stampa. Oltre tremila tifosi di cuore biancorosso a soffrire per la benamata, mai rassegnati anche quando si è paventato il rischio di una ripresa umiliante per il pesante passivo del primo tempo e l’inferiorità numerica conseguenza dell’espulsione di Arcolai, alla fine pure capaci di applaudire i propri giocatori. E poi correttissimi nei confronti degli spettatori ospiti. E’ vitale per la società tutelare questo patrimonio, al pari di un bene dell’…. umanità (cittadina). Questo è il compito più difficile della Tardella. Deve riuscirci, per essere ricordata nella storia del Rinascimento del calcio locale come “Mariella la magnifica.”

Tifosi-Maceratese

La tifoseria della Maceratese

LE SINAPSI NON C’ENTRANO Più volte mi è capitato di confondere, nelle mie farfugliate telecronache, i movimenti di Russo con quelli di Negro. Al di là della mia documentata incapacità, l’età mi ha indotto a giustificarmi con una fisiologica mancanza di collegamento dei neuroni. Ma  forse non è così, perché più progredisce il campionato e sempre  meno, nonostante gli occhiali, riesco a vedere l’attaccante (-), dopo la meteora della prodezza vincente di Pesaro. Di conseguenza, sulla fascia sinistra per il mio cervello fa tutto Russo (+): difesa e profondità offensiva.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X