Presunte firme false per presentare le liste
Arrivano gli avvisi di garanzia

MACERATA - Coinvolti esponenti politici di diverse parti politiche
- caricamento letture
Banchetto

Un banchetto di raccolta firme

di Alessandra Pierini

Sono arrivati in casa di alcuni consiglieri ed esponenti politici maceratesi gli avvisi di garanzia per delle irregolarità  nella raccolta delle firme relative alla presentazione delle liste elettorali  nel corso delle elezioni comunali del 2010. Le ipotesi di reato formulate sono diverse e fanno comunque tutte riferimento a delle anomalie riscontrate a seguito dei controlli effettuati successivamente alla conclusione delle elezioni. Gli avvisi sono stati inviati dalla Procura di Macerata al termine dell’indagine iniziata più di due anni fa che ha coinvolto in un primo momento quasi 30 persone che poi si sono invece considerevolmente ridotte a seguito degli approfondimenti svolti nell’arco di quasi 24 mesi.
A finire nel registro degli indagati sono stati consiglieri e/o comunali che, avvalendosi della loro qualifica, avevano per legge la facoltà di certificare la veridicità delle firme apposte in calce alle liste. 

Coinvolti esponenti di più parti politiche, da destra a sinistra che ora dovranno difendersi dalle accuse che gli vengono mosse dalla Procura su diversi capi d’imputazione che potrebbero arrivare addirittura al falso ideologico aggravato. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X