Civitanovese, la classifica piange
La panchina di Cornacchini
inizia a scricchiolare

SERIE D - I rossoblu dopo quattro giornate sono al penultimo posto con appena due punti. Esame decisivo domenica sul campo del Celano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Cornacchini-1-298x300

L’allenatore della Civitanovese Giovanni Cornacchini

di Laura Barbato

Quello che sta vivendo la Civitanovese non è poi tanto diverso da quello che accade in quel di Milanello; certo i rossoblu non hanno ceduto giocatori come Thiago Silva o Ibrahimovic ma anche la squadra del presidente Antonelli nel suo piccolo è stata ridimensionata con la conseguenza che dopo quattro giornate occupa il penultimo posto della classifica. Dopo il pari amaro con la Jesina (leggi l’articolo), il rammarico cresce perché mai come questa volta la vittoria era vicina. Il verdetto del campo è stato ingiusto con Mandorino e compagni che dopo aver dominato, a dieci minuti dal termine vengono beffati dal gol di Stefanelli. Domenica si è vista una buona squadra che nel primo tempo ha annullato completamente gli avversari, mai pericolosi. La Vista e Mandorino giostrano bene il centrocampo e offrono numerose occasioni da rete a Ravasi che non capitalizza. La strigliata di Cornacchini sortisce subito i suoi effetti e al 1’ della ripresa Galli va a segno. Qui la gara cambia: ci si aspetterebbe una Civitanovese che voglia chiudere i conti e invece la Jesina sale in cattedra, si abbassa il baricentro rossoblu e la squadra incassa la rete del pareggio. Civitanovese che si fa raggiungere nel finale dopo aver avuto in mano le redini della partita. Due sono i problemi principali: la mancanza di cinismo sotto porta e le disattenzioni difensive che arrivano sempre nel finale. Qualcosa in casa rossoblu non va e la Civitanovese deve subito correre ai ripari e in quest’ottica la gara di domenica contro il Celano diventa determinante. Il primo a finire sul banco degli imputati, come sempre in questi casi, è il mister Cornacchini: un altro passo falso domenica prossima a Celano potrebbe essergli fatale e chissà che non ci sia già un Pippo Inzaghi pronto a subentrargli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X