Urbanistica in fermento a Civitanova
Micucci al lavoro per rispettare le scadenze

L'assessore sta valutando le questioni relative a Ceccotti, area Sabatucci, zone Peep ed ex liceo
- caricamento letture
micucci-francesco

Francesco Micucci

di Laura Boccanera

Ceccotti, area Sabatucci, zone Peep ed ex liceo. Questi i fascicoli e le carte che occupano la scrivania dell’assessore all’urbanistica Francesco Micucci e che vengono indicate come le priorità per i prossimi anni. E per alcune l’iter ha scadenza breve. “In questi mesi non siamo rimasti con le mani in mano – dice Micucci – abbiamo verificato lo stato dei lavori, a che punto erano i vari iter e sulla base del punto di partenza stiamo ripartendo per vedere come poter modificare alcuni progetti”. Il primo grande cambiamento in materia urbanistica riguarda sicuramente il cavalcavia che viene stralciato dal progetto della Quadrilatero: “vogliamo invece accelerare sulla rotatoria e verificare l’opportunità della variante alla SS 16 anche se interessa un terzo ente che è l’Anas, e poi stiamo riallacciando rapporti con Porto Sant’Elpidio per capire come collegare le due città, riprendendo l’ipotesi del ponte alla foce del Chienti, un collegamento sia carrabile che ciclabile”.

La prima scadenza in programma però è relativa alla lottizzazione Sabatucci: entro il 25 ottobre infatti il consiglio comunale dovrà esprimersi sulle prescrizioni presentate dalla Provincia. Alcune criticità che vengono evocate sono relative alla viabilità a senso unico, poco efficace per un’area come quella che dovrebbe ospitare almeno 100 famiglie. Entro la fine di novembre invece scadranno i termini per ridiscutere della Ceccotti e deliberare sulle osservazioni (15 quelle arrivate e che toccano 57 punti). “I privati della Ceccotti devono capire che questa è un’area di interesse pubblico e quindi devono necessariamente interfacciarsi con l’amministrazione comunale, è anche vero però che teniamo in considerazione che si tratta di un’area privata e che quindi si dovrà arrivare ad un progetto condiviso. Noi per quell’area vorremmo rivedere la cubatura per ridurla, dare maggior respiro alla fornace e rivedere il piano dei parcheggi affinchè siano a sostegno della lottizzazione ma anche del centro. Infine stiamo anche pensando di verificare la possibilità di girare la stazione ferroviaria verso ovest».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X