L’IdV prende le distanze da Corvatta:
“Balboni non ci rappresenta”

"Traditi gli elettori per garantire la presidenza del consiglio comunale a Costamagna e una facile stabilità alla giunta, che ormai ruota tutta intorno a Silenzi"
- caricamento letture
sindaco-corvatta.

Il sindaco Tommaso Claudio Corvatta

“Balboni rappresenta solo se stesso ed è fuori dal partito: appoggeremo dall’esterno Corvatta”. In una nota stampa, l’IdV prende le distanze dal neo sindaco di Civitanova e annuncia che l’assessore Balboni non è in quota al partito. Questo il testo del comunicato: “Dopo le prime anticipazioni sulla composizione della nuova giunta comunale,domenica e martedì sera si è tenuta l’assemblea degli iscritti della sezione IDVdi Civitanova, che ha deciso di restare fuori dalla neo-giunta Corvatta e d iappoggiare dall’esterno la coalizione di centrosinistra, schieramento nel quale l’Italia dei Valori, con la sua azione rinnovatrice, è stata determinante per la vittoria dell’attuale sindaco alle primarie prima e alle elezioni poi.

Siamo consapevoli di aver avuto un ruolo ed un risultato importantissimi, che ora però non sono significativi da un punto di vista numerico per le sorti dellamaggioranza, ormai volontaria ostaggio di Silenzi e del Partito Democratico.

Tuttavia abbiamo la certezza che, insieme a movimenti e liste civiche, siamo stati come un lievito per il centrosinistra a Civitanova, un lievito per ilrinnovamento della città senza il quale non si sarebbe mai raggiunta la vittoria.

IDV non può che essere coerente e conseguente con l’azione che ha svolto da un anno a questa parte: l’Italia dei Valori ha sempre ritenuto fondamentali il rinnovamento della classe dirigente civitanovese e la prospettiva di un nuovo modo di fare politica, per strappare il Comune alla destra.

IDV ha sempre ritenuto alcuni personaggi come Silenzi e Costamagna incompatibili con questi concetti, in quanto simbolo della vecchia politica: anche tra la gente, prima del ballottaggio, è stata fortissima la resistenza a votare per Corvatta, proprio perché si intravedeva l’ombra di questi politici.

Solo la promessa, ora tradita, di costituire la giunta con volti nuovi ha indotto tanti civitanovesi a votare per il neosindaco. Sappiamo e non condividiamo che il tradimento di queste promesse è avvenuto per garantire la presidenza del consiglio comunale a Costamagna e una facile stabilità alla giunta, che ormai ruota tutta intorno a Silenzi.

Diversamente da quanto promesso e annunciato, le scelte fatte non sembrano seguire criteri meritocratici in base alle professionalità e alle competenze, ilnumero delle donne in giunta è veramente esiguo e pare venuto meno lo spirito di rinnovamento che doveva essere il motore portante di questa nuovaamministrazione.

La scelta di porre alla guida della città esponenti della vecchia politica ciimpedisce per coerenza di inserire in giunta un nostro assessore.

Piergiorgio Balboni, eletto nelle fila dell’IDV, accetta l’incarico di assessore atitolo personale ed è fuori dal partito e non rappresenta l’Italia dei Valori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X