Sinistra per Tolentino: “E’ mancato
un vero rinnovamento”

"Purtroppo non siamo riusciti a far passare al meglio il progetto delle Primarie"
- caricamento letture
bruni

Alessandro Bruni, capolista di Sinistra per Tolentino

Sinistra per Tolentino analizza il recente voto amministrativo. “Il dato nazionale  delle  recenti elezioni amministrative  ci offre  un segnale  importante  sul declino del centrodestra e sulle esperienze positive di un centrosinistra che guarda a sinistra e non al centro, mentre il dato locale (Tolentino)  ci presenta  un quadro in cui un ciclo di governo del centrosinistra, che durava  da decenni, è stato bocciato da una parte significativa di cittadini che hanno votato. Nonostante il centrodestra in campo nazionale  abbia  portato il Paese in una situazione  drammatica, a  livello locale si è accreditato come immagine del cambiamento (ovviamente non nella sostanza) rispetto a chi era da sempre al governo della città.

La difficoltà nel rinnovare uomini, idee e metodi di governo, l’incapacità di intercettare il malessere espresso dai cittadini, alcuni errori politici ed amministrativi – insieme alla forte reazione generale alla crisi morale della politica e alla drammatica situazione economica che ha sviluppato sentimenti “contro” la politica degli ultimi anni – ci offrono spunti per comprendere quanto è accaduto a Tolentino.

D’altra parte, non è un caso che fin dallo scorso anno la “sinistra” (prima la Federazione della Sinistra poi il Gruppo dei 30/Società  Civile, a  cui si è  aggiunta Sinistra Ecologia Libertà)  abbia  proposto le  “Primarie” individuandole  come  lo strumento per  avviare  il cambiamento nella  nostra  città, per  contribuire  al rinnovamento del centrosinistra e all’unità della sinistra. Esisteva l’urgenza di dare la svolta a sinistra per il cambiamento, proprio per evitare la svolta a destra.

Purtroppo non siamo riusciti a far  passare  al meglio il progetto delle  “Primarie”: incomprensioni, rancori, personalismi, divisioni politiche  le  hanno depotenziate  e  il nostro scarso risultato non ha  impresso quella spinta  di cambiamento che auspicavamo per  affrontare  con fiducia  le  elezioni amministrative. Il centrosinistra non si è rinnovato (anzi ha addirittura recuperato uomini del passato e si è frammentato in più liste), la sinistra si è unita solo parzialmente (non riuscendo a fare una lista unica) e il candidato sindaco è stato visto solo come uomo dell’establishment. 

Un grazie va a tutti coloro che ci hanno concesso il loro appoggio, ai candidati e ai simpatizzanti che hanno dato il loro contributo e il loro impegno in queste elezioni comunali. “Sinistra per Tolentino” proseguirà quanto iniziato, promuoverà un “progetto comune” fatto di molte “buone idee”, svilupperà una azione quotidiana nel territorio, farà opposizione alla Giunta di destra. In particolare, “Sinistra per Tolentino” lavorerà quotidianamente per unire (valorizzando le idee importanti che uniscono e minimizzando i protagonismi che  dividono)  tutte  le forze di sinistra  presenti a  Tolentino, per costruire  fin da  subito un programma  di alternativa  e  ridare  speranza  a  quanti vogliono un radicale cambiamento della nostra città e del nostro Paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X