La Maceratese rallenta la corsa
Pari in extremis grazie a Carboni

ECCELLENZA - A Castel di Lama finisce 1-1. Biancorossi opachi per larghi tratti del match, il vantaggio sul Tolentino si riduce a un punto
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Carboni-nel-derby

Valerio Carboni in azione nel derby contro il Tolentino

di Filippo Ciccarelli

Non è riuscita l’impresa dell’undicesima vittoria consecutiva alla Maceratese targata Di Fabio, che sul campo della Truentina replica il risultato maturato all’Helvia Recina nella gara d’andata. Un 1-1 in rimonta rimediato su calcio da fermo da Valerio Carboni. Gli ospiti, privi di Giandomenico ed Eclizietta, lasciano in panchina Benfatto, Bucci e Carboni, affidandosi alla coppia Cacciatore-Orta per l’attacco e con il duo Arcolai-Cucco in mezzo alla difesa. Spinta dal sostegno di circa 300 tifosi coloratissimi e molto rumorosi, la Maceratese riesce comunque a prolungare la striscia di risultati utili mantenendo il primo posto solitario in vetta. Passano appena 90 secondi e Rosi in area di rigore, con un gioco di prestigio, serve Orta solo davanti a Capriotti, ma la punta biancorossa calcia alto da corta distanza. La Maceratese ci prova per tutto il primo quarto d’ora tenendo i ritmi alti e rischia di essere beffata dall’ex De Marco che viene liberato al 15′ da un lancio lungo: Cucco cade ma De Marco in area colpisce di esterno collo e spreca graziando Carfagna. Appena 1′ dopo è la Maceratese a sfiorare il gol con Cacciatore, ma la sua punizione muore un metro sopra l’incrocio dei pali. E’però al 19′ che i tifosi biancorossi, accorsi in massa a Castel di lama, si mangiano le mani: dopo una combinazione tra Orta e Piergallini è Cacciatore a ricevere in area piccola il pallone, basterebbe spingere la sfera dentro ma il numero 10 biancorosso cerca uno stop sbagliato e si fa murare in angolo da Capriotti.

Carfagna

Il portiere della Maceratese Pierfilippo Carfagna festeggia il successo contro il Tolentino

Il primo tempo si chiude con tanto possesso palla da parte della Maceratese ma pochissima concretezza, e c’è spazio per Carfagna che è bravo a chiudere su Fortunati servito da una punizione battuta velocemente da Fattori. Il secondo tempo ha il sapore dello choc per i biancorossi che dopo appena un minuti vengono puniti al primo tiro in porta da Brasili, bravo a prendere d’infilata la retroguardia e depositare alle spalle di Carfagna di testa un traversone dalla fascia destra. La Maceratese si riversa in avanti: al 4′ Biancucci riceve da Orta e calcia a lato dal limite dell’area ma è al 6′ che l’urlo del gol rimane strozzato nella gola dei tifosi giunti dal capoluogo. Cacciatore, infatti, si invola verso l’area avversaria sfruttando un anticipo sbagliato del suo marcatore ma va a terra nel tentativo di superare Capriotti in uscita bassa, sprecando così un’altra occasione colossale. Al 16′ Carboni fa il suo ingresso in campo al posto di Biancucci e questo cambio avrà un enorme influenza sulla partita. Già un minuto dopo i ragazzi di Di fabio ci provano con Rosi che finisce a terra in area di rigore dopo un contatto con un avversario che secondo l’arbitro non è falloso. Al 21′ Capriotti blocca una conclusione di Orta e ancora al 30′ la punta ex San Nicolò non riesce a girarsi ad un metro dalla linea di porta. Sugli sviluppi dell’azione Cacciatore recupera il pallone e Capriotti cerca di strapparglielo dai piedi; l’arbitro concede il fallo ed attende per oltre 5′ il recupero dall’infortunio dell’estremo difensore. Nonostante la giornata no di Orta e Cacciatore i biancorossi continuano con insistenza a cercare il gol che arriva dal piede destro di Carboni al 39′ bravo a battere Ascani reo di non aver posizionato in modo eccellente la barriera. Da segnalare un paio di minuti prima un episodio molto dubbio in area biancorossa con De Marco che aveva preso il tempo ad Arcolai e si apprestava ad affrontare Carfagna prima di essere sbilanciato da una spinta di Donzelli che poteva portare al calcio di rigore. Nel finale succede di tutto: al 41′ Carfagna si esibisce in un intervento su colpo di testa a botta sicura di Fattori e salva il risultato. In pieno recupero invece (il direttore di gara ha concesso 6′) la Maceratese colpisce clamorosamente la traversa dopo un’azione insistita di Rosi dalla sinistra. Al triplice fischio i ragazzi di Di Fabio ricevono gli elogi dei tifosi che possono ancora festeggiare la capolista, anche se il divario con il Tolentino è sceso ad un solo punto.

il tabellino:

ATLETICO TRUENTINA: Capriotti D. 6.5 (79′ Ascani sv), Capriotti A. 6.5, Petritola 7, Sabini 6.5, Stangoni 6, Schicchi 6, Fattori 7.5, Brasili 7 (77′ Camaioni sv), De Marco 6, Travaglini 6, Fortunati 5 (63′ Spigonardi 6). All: Amadio.

MACERATESE: Carfagna 7.5, Donzelli 6, Russo 6.5, Arcolai 6, Troli 6 (86′ Bucci sv), Cucco 6.5, Piergallini 6, Biancucci 6 (61′ Carboni 8), Orta 4.5, Cacciatore 4, Rosi 7. All: Di Fabio.

ARBITRO: Rossetti di Ancona.

RETI: 46′ Brasili, 84′ Carboni.

NOTE: Spettatori 400 di cui 300 circa da Macerata. Ammonito Fortunati. Recupero: 1’+6′. Angoli 6-0 per la Maceratese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X