Pier Paolo Rossi: “Ecco perchè ho lasciato il Pd e mi sono candidato con Corvatta”

Civitanova verso le elezioni
- caricamento letture
pier-paolo-rossi

Pier Paolo Rossi

Non ha stupito i più la presenza di Pier Paolo Rossi, ormai ex Pd, all’interno della lista Uniti per Cambiare a sostegno del candidato Corvatta. Da tempo ormai le posizioni di quella che veniva etichettata come “minoranza del Pd” erano emerse anche sulla stampa e Rossi, uscito dal coordinamento cittadino, spiega così le sue motivazioni in una nota:

“Questi giorni concludono un percorso, un progetto che ho iniziato un anno e mezzo fa quando ho deciso di iscrivermi al Partito Democratico e seppur schierato nella lista in competizione con quella relativa all’eletto Segretario Silenzi ho avuto sin da subito l’onore di partecipare al coordinamento cittadino e di entrare a tutti gli effetti nel gruppo “dirigenziale” del PD civitanovese. Credo, in questi 18 mesi, di aver fatto un buon lavoro per la mia crescita personale e per quella del partito democratico stesso portando avanti piccole battaglie all’interno del partito, per cercare di legittimare il sacrosanto diritto di pensiero. Prendo atto però, con estremo rammarico, della determinazione del Segretario Silenzi nel non aver sostenuto la mia candidatura nelle liste del PD assumendo politicamente infondate ragioni di opportunità. Ho assistito quindi sostanzialmente ad una mia esclusione dalla vita politica attiva del PD e dalla possibilità di rappresentare all’interno del partito e nella vita amministrativa di questa città quelle idee che probabilmente avrebbero potuto arricchire tutti nel confronto e nel dibattito che in genere caratterizzano la vita democratica. Per questi motivi con rammarico, mi sono visto costretto a dare le dimissioni da tutte le cariche di partito ritenendo di poter dare il mio contributo politico alla vita amministrativa di questa città in liste civiche e al fianco di persone, come Tommaso Corvatta, che possano apprezzare le mie idee  o che comunque riescono a considerare il mio fare politico una risorsa e non un ostacolo; questo comunque con la speranza che in un prossimo futuro il PD vorrà riconsiderare le sue posizioni aprendosi a tutti e non solo a coloro che sono solidali col suo Segretario”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X