La scuola Montessori è salva

MACERATA - L'istituto avrà una prima multiculturale. L'assessore Monteverde: "Una nuova classe è un bene per tutta la città"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
montessori-3-300x174

L’interno della scuola

di Alessandra Pierini

La scuola Montessori avrà una prima classe. Dopo due anni in cui la mancanza di iscritti italiani e la netta predominanza di alunni stranieri avevano reso impossibile la formazione di nuove classi, dopo la denuncia di Cronache Maceratesi, qualcosa è cambiato e la scuola Montessori, con la sua prima, sarà un inno alla multiculturalità. Oggi scadono le iscrizioni alla scuola elementare e, anche se i dati sono ancora provvisori, e anche se c’è la possibilità che la scadenza venga prorogata di qualche giorno, a causa della neve, la scuola Montessori ha un numero di iscritti tale da garantire l’avvio della nuova classe. Un mese fa, la classifica di Diego che differenziava i suoi compagni di classe con la loro squadra del cuore, senza dar peso alla loro nazionalità, aveva spinto la mamma Rossella Monti a far sapere quanto stava avvenendo nella scuola di suo figlio, appunto la Montessori che, pur essendo un’ottima scuola, rischiava la chiusura perchè la percentuale degli iscritti stranieri non rispettava i parametri previsti dal Ministero dell’Istruzione (leggi l’articolo). Molti altri genitori hanno confermato la qualità dell’istituto e i pregi della convivenza multiculturale e le insegnanti che ci hanno aperto le porte della scuola per mostrarci tutte le opportunità offerte ai piccoli allievi  (guarda il video). La classifica di Diego e le immagini della scuola hanno fatto centro e diversi maceratesi hanno scelto la via dell’integrazione e il valore aggiunto dato dalla convivenza tra diverse culture.

monteverde

L’assessore Stefania Monteverde

«Una classe in più è un bene per tutta la città – spiega l’assessore Stefania Monteverde – ma i dati sono ancora provvisori per diversi motivi: innanzitutto il termine potrebbe essere prorogato visti i disagi portati dalla neve, inoltre resta ancora aperta la questione della soglia del 30% di iscritti stranieri, al tempo stesso c’è una nuova interpretazione delle logiche ministeriali che circola negli ambienti scolastici e secondo la quale i bambini figli di immigrati ma nati sul territorio italiano non andrebbero a far parte di quel 30% di bambini stranieri ammessi. Se fosse confermata, questa interpretazione permetterebbe un bel salto di qualità culturale. Abbiamo comunque programmato nei prossimi giorni un incontro per fare il punto sulla situazione di tutte le nostre scuole ».

 

 

montessori

Alcuni genitori dei bambini della Montessori

 

immigrati

La classifica degli amici fatta da Diego, iscritto alla terza elementare della scuola Montessori

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X