Esce di casa per salvare la compagna
ma si perde nella bufera di neve

TREIA - L'uomo è stato recuperato dopo due ore di ricerche dai Vigili del Fuoco
- caricamento letture
Neve5feb-Passo-di-Treia-Alessandra-Fermani-4-300x225

Passo di Treia - Alessandra Fermani

di Alessandra Pierini

E’ ricoverato all’ospedale di Macerata A.C., il trentasettenne treiese che domenica notte ha rischiato la vita per cercare di recuperare la compagna, M.T. di 34 anni,  rimasta bloccata nella bufera. La loro disavventura è iniziata nella notte tra sabato e domenica quando la donna stava tornando a casa in contrada Schito di Treia quando, a circa due chilometri dall’abitazione, l’auto è rimasta bloccata nella neve caduta abbondante e la donna, lasciata la macchina si è avviata a piedi. Percorsi circa 600 metri però la donna, vista la difficoltà di andare avanti, ha contattato i Vigili del Fuoco di Macerata i quali si sono portati immediatamente sul posto con un mezzo 4×4 che non è però riuscito a superare la neve, molto alta. I Vigili del Fuoco si sono quindi avviati a piedi e dopo aver rintracciato la signora che cominciava ad accusare forti dolori agli arti, l’hanno consegnata agli operatori del 118 per le cure del caso. Nel frattempo però, il compagno della donna che era nell’abitazione, allertato dalla stessa, era uscito di casa per cercarla. Telefonicamente ha contattato la donna per avvertirla che aveva perso il senso dell’orientamento e si era sentito male.

civitanova_copyright-Luigi-Gasparroni_neve_vigili_fuoco-2-300x184

I Vigili del Fuoco a lavoro

A questo punto, i Vigili del Fuoco, sono tornati indietro a cercare l’uomo con cui sono rimasti per tutto il tempo in contatto telefonico. Lo hanno trovato due ore dopo, seduto nella neve e infreddolito, respirava anche piuttosto male. Immediatamente i due Vigili del Fuoco lo hanno trasferito in una vecchia casa che si trovava nelle immediate vicinanze, lo hanno liberato degli abiti bagnati, gli hanno ceduto alcuni dei loro vestiti. Nel frattempo avevano chiesto l’intervento di un’altra squadra per trasportarlo all’ambulanza che lo ha poi condotto al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Macerata. Dalla centrale operativa dei Vigili del Fuoco il comandante Dino Poggiali e il suo vice Carlo Iammarino, hanno seguito con grande apprensione le operazioni di recupero, particolarmente difficili viste le straordinarie condizioni nelle quali i loro uomini stavano lavorando.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X