Pdl: “Troppo tardi per l’ampliamento del Palas
Si faccia chiarezza sulle opache vicende del Centro Fiere”

Il gruppo consiliare ha presentato una mozione dopo l'inchiesta di Cronache Maceratesi
- caricamento letture

 

fabio_pistarelli

Fabio Pistarelli, coordinatore del Pdl Macerata e capogruppo in Consiglio comunale

Da Fabio Pistarelli, capogruppo del Pdl Macerata, riceviamo:

Le opache vicende che hanno interessato l’area del cosiddetto centro Fiere di Villa Potenza, ben illustrate di recente da Cronache Maceratesi (leggi l’articolo), e soprattutto le sue prospettive future saranno portate dal gruppo consiliare del PDL all’attenzione del consiglio comunale di Macerata.

E’ con questo intendimento che abbiamo predisposto una mozione, impegnativa per la Giunta, che viene di seguito riportata.

E’ l’ora che anche su tale questione, come su tutte le altre di rilievo per la città, venga fatta chiarezza su ciò che è stato e soprattutto sugli intendimenti della attuale Giunta Comunale e del Sindaco Carancini, che già da capogruppo del PD all’epoca del Sindaco Meschini condivise con l’allora maggioranza scelte che non hanno prodotto ad oggi alcun risultato.

All’area di Villa Potenza è infatti legato il Centro Fiere, il cui attuale stato è inaccettabile, la questione del CEMACO, in prossimità del fallimento, i terreni IRCR e APM, la viabilità della Val Potenza con gli investimenti milionari già compiuti per un primo tratto di strada fermatosi dopo qualche centinaio di metri, e quella del nuovo Palazzetto dello Sport, opera dichiarata da anni prioritaria che, come il complesso natatorio, è invece avvolta nelle nebbie delle contraddizioni e delle non scelte, come quella di insistere ancora su ipotesi di ampliamento del Fontescodella impraticabili, costose e fuori tempo.

L’intento della mozione è quello di indicare un percorso amministrativo ed una scelta chiare.

Macerata ha accumulato anche in questo periodo di Giunta Carancini problemi e ritardi, non portando a soluzione nulla. Questa chiara situazione di declino della città  ha bisogno di proposte alternative ed il coinvolgimento del consiglio comunale e della città.

***

                                                           IL TESTO DELLA  MOZIONE

OGGETTO: AREA FIERISTICA DI VILLA POTENZA E NUOVO PALASPORT

PREMESSO

– Con deliberazione n. 61 del 28 giugno del 2007 il Consiglio Comunale di Macerata stabilì  quanto segue:

di formulare indirizzi al Sindaco Meschini, per la sottoscrizione di un accordo di Programma ex art. 34 D.Lgs. 267/2000, finalizzato al conseguimento dell’obiettivo inteso a modificare congruamente, secondo la proposta formulata dall’ufficio  Servizio Assetto e Territorio del Comune di Macerata, l’assetto urbanistico dell’ambito a vocazione fieristica di Villa Potenza di Macerata, nella prospettiva della complessa riqualificazione del sito in conformità all’accertata validità economica di un intervento riqualificatorio che potrà altresì avvantaggiarsi della attivanda viabilità provinciale.
Di dare atto che l’accordo di Programma sarà ratificato dal Consiglio Comunale in ossequio dell’art. 26 bis della legge regionale n.34/1992.
Di prendere atto che la proposta di inclusione dell’intervento di realizzazione della struttura polifunzionale ( anche denominata “palazzetto dello sport”) nel programma triennale dei lavori pubblici costituirà oggetto di apposita decisione del  Consiglio Comunale al termine del procedimento amministrativo avviato dalla Giunta Comunale con l’atto n. 149 del 16 maggio 2007, una volta conseguita la conformità urbanistica dell’intervento.

Il 10 marzo 2008 con delibera di Consiglio n. 20  veniva ratificato l’accordo di programma in variante parziale al vigente PRG adeguato al PPAR tra la Provincia di Macerata e il Comune di Macerata per la realizzazione di “opere viabilistiche nella vallata del Potenza e struttura polifunzionale, nell’ambito di intervento di riqualificazione urbanistica dell’area a vocazione fieristica di Villa Potenza”, concluso in data 26 febbraio 2008 ed approvato con decreto del Presidente della Provincia di Macerata n. 9 .
Nell’ambito dell’accordo veniva dunque prefigurata la realizzazione di apposita struttura polifunzionale avente capacità di almeno 4000 posti a sedere, funzionale all’esercizio di attività sportive, spettacolari, espositive, culturali, convegnistiche.

In virtù di ulteriore delibera di Consiglio n. 62 del 22 luglio 2008 è stata legittimata la complessiva riqualificazione dell’area a vocazione fieristica di Villa Potenza mediante alienazione delle aree interessate attraverso asta pubblica

Infine , il 21 aprile del 2009, veniva pubblicato bando e relativo disciplinare d’Asta pubblica  per l’individuazione di soggetto imprenditoriale acquirente delle aree ed attuatore della riqualificazione dell’ambito fieristico di Villa Potenza (estensione mq.299.279), al netto della fascia inedificabile destinata a parco fluviale di circa mq 76.500, articolata in tre comparti dei quali, il comparto A, destinato ad ospitare una struttura polifunzionale avente capacità di almeno 4000 posti a sedere, funzionali all’esercizio di attività sportive, spettacolari, espositive, culturali, convegnistiche da realizzare mediante intervento diretto, comprensivo della dotazione di adeguato parcheggio

CONSIDERATO CHE

L’esito dell’Asta pubblica è stato negativo, in quanto non sono risultate ditte partecipanti

Oggi l’accordo di programma sopra riportato è scaduto in quanto non sono state rispettate le clausole temporali in esso riportate

Con l’emanazione da parte della Regione Marche della legge n. 22 del 2011 “norme in materia di riqualificazione urbana sostenibile e assetto idrogeologico” viene indicata l’utilizzazione di un nuovo strumento denominato PORU (Programma operativo per la riqualificazione urbana) e introdotto all’art. 5 il concetto di  Riqualificazione intercomunale, che potrebbero permettere di riqualificare e integrare aree urbane  e quelle viciniore, che si trovano nel territorio di due o più Comuni limitrofi.  In questo caso possono essere promossi accordi per la definizione di PORU comunali tra loro coordinati

Per l’ unicità e la strategicità dell’area di Villa Potenza, anche la Regione, la Provincia e i Comuni interessati, oltre a promuovere accordi per la definizione di PORU tra loro coordinati, potrebbero sostenere  anche finanziariamente parte degli interventi e per il resto favorire l’intervento del privato con il project financing, oggi strumento notevolmente rafforzato dalle iniziative legislative già assunte dal precedente Governo di centrodestra e dall’attuale Governo Monti nel decreto c.d. “cresci – Italia” e utilizzando in modo razionale i nuovi istituti della “Compensazione e Perequazione Urbanistica” previsti per la valorizzazione dei PORU dalla L.R. 22/2011.

VISTA

l’importanza di un complesso fieristico a valenza locale di cui il territorio provinciale  sente la necessità per  far sì che Macerata svolga una programmazione di area vasta insieme agli altri Comuni della vallata del Potenza  come in particolare Montecassiano, Treia, San Severino Marche

CONSIDERATO CHE

da ultimo, con una deliberazione di Giunta n. 400 del 7 dicembre 2011 l’amministrazione comunale di Macerata ha stabilito di sospendere ogni determinazione in ordine  alla procedura  ad evidenza pubblica per la concessione in gestione del Palazzetto dello Sport di Fontescodella in attesa di verificare la possibilità e la fattibilità di procedere ad un ampliamento della struttura

PER QUANTO PREMESSO IL CONSIGLIO COMUNALE DI MACERATA

IMPEGNA

1)L’amministrazione comunale di Macerata a riattivare una nuova intesa con l’Ente provincia e, sulla base delle recenti novità normative, le Amministrazioni comunali limitrofe, avente ad oggetto l’intera area del complesso fieristico di Villa Potenza, ed in particolare la realizzazione di un polo ricreativo-espositivo destinato alle eccellenze della nostra provincia, la riscoperta  dell’asta fluviale del Fiume Potenza, con aree verdi attrezzate, il collegamento e la valorizzazione del sito archeologico di  Helvia Recina, la realizzazione di strutture sportive e di un nuovo Palazzetto dello Sport polivalente, soluzione da privilegiare rispetto a una costosa e poco idonea ipotesi di “ampliamento” del palazzetto oggi esistente in località Fontescodella

2) Istituire insieme alla provincia di Macerata un tavolo di lavoro per la realizzazione di questo progetto, con il coinvolgimento anche della Società Lube Volley, in quanto le nuove possibilità introdotte dalla Legge Urbanistica Regionale, e le norme atte ad agevolare il ricorso al c.d. project financing, sono da ritenersi idonee a dare impulso, in un momento in cui l’attività edilizia è in fase di stagnazione, ad una seria programmazione a vantaggio dell’integrazione territoriale e di nuove iniziative imprenditoriali.

Gruppo PDL in Consiglio Comunale Macerata



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X