Il maceratese Carancini
racconta l’emozione azzurra

VOLLEY - Lo scout man di Monza è da 8 mesi con l'Italia: "Per me è una grandissima soddisfazione ricoprire questo ruolo"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
matteo-carancini

Il maceratese Matteo Carancini

di Andrea Busiello

Da 8 mesi è lo scout man della nazionale italiana di volley maschile. Il personaggio in questione è un maceratese doc: Matteo Carancini. Ragazzo serio, preciso e molto in gamba. Dopo alcuni anni passati a lavorare con la Lube, Carancini da quest’anno è approdato all’Acqua Paradiso Monza. Grazie all’ottimo compito svolto con i biancorossi, coach Mauro Berruto (attuale allenatore della nazionale) ha deciso di portarlo con sè in questa stimolante avventura e lo stesso allenatore loda l’operato del maceratese: “Matteo (Carancini, ndr) è un ragazzo che ha le capacità per coordinare l’intero settore, cosa che gli ho chiesto. E’ più di un semplice scout man, nel senso che il suo rapporto con lo staff tecnico è spesso da “allenatore” quindi non esegue soltanto ma pensa; delle sue capacità me ne ero accorto nella mia prima esperienza maceratese, la seconda me l’ha confermato e quando sono stato nominato ho subito pensato a lui per quel ruolo”. Carancini, interpellato in merito ha raccontato questi primi mesi con la maglia della nazionale italiana: “L’esperienza con la Nazionale è un punto di arrivo per tutti e per me è una grandissima soddisfazione ricoprire questo ruolo, ancora più perchè il 2012 è l’anno olimpico e arrivare a tale competizione è il sogno di ogni sportivo” afferma Carancini che in questa stagione lavora con l’Acqua Paradiso Monza, nel club: “A Monza sono super organizzati e si tratta dell’ambiente ideale per lavorare”. Carancini torna sul suo ruolo in Nazionale: “Oltre a fare lo scout man, in Nazionale faccio anche l’aiuto team manager ed è proprio questo il lavoro che vorrei fare per il futuro“. Sulla decennale esperienza alla Lube, Carancini chiosa: “E’ stata una gran bella esperienza, finita l’anno scorso. La società mi aveva detto di rimanere ma avrei dovuto rifiutare la Nazionale ed io non me la sono sentita. Oggi posso dire di essere ampiamente soddisfatto della scelta fatta”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X