Il cordoglio del sindaco Paolucci
alla famiglia di Andreea Christina

Il primo cittadino di Potenza Picena: "La nostra è una comunità pacifica e tollerante che condanna senza attenuanti l'evento criminoso". I funerali alle 10 nella chiesa di Civitanova Alta
- caricamento letture
sergio_paolucci

Il sindaco Sergio Paolucci

Ad una settimana dall’omicidio di Andreea Christina Marin, la giovane ballerina uccisa venerdì scorso, e dopo l’arresto dei responsabili, tutti residenti a Porto Potenza anche il sindaco Sergio Paolucci interviene e commenta l’accaduto.
«Il tragico omicidio di Andreea Cristina Marin ha destato nella nostra comunità profondo dolore e sconcerto: mai potevamo pensare che a Potenza Picena potesse accadere un evento così drammatico e violento. Il nostro primo pensiero va ad Andreea, la cui vita è stata interrotta nel pieno della giovinezza cancellando speranze e progetti ancora tutti da vivere. Esprimo alla famiglia il cordoglio dell’Amministrazione Comunale e di tutta la Comunità Potentina, colpita per l’efferatezza del crimine e sgomenta per l’atrocità mostrata dagli autori dell’omicidio.

Il tragico episodio suscita in tutti interrogativi e riflessioni ai quali si dovranno dare adeguate risposte, cercando di trarre, da quanto accaduto, i giusti insegnamenti.

marin

Andreea Christina Marin

In primo luogo, anche se non è necessario, voglio ribadire che Potenza Picena è una comunità pacifica e tollerante che condanna senza attenuanti l’evento criminoso e la violenza che lo ha caratterizzato, non riconoscendosi in alcun modo in chi agisce con sopraffazione, mortificando la vita e la dignità degli altri. Il rispetto della persona e dei diritti individuali è un fondamento della convivenza civile al quale Potenza Picena si è sempre attenuta e si atterrà anche per il futuro, impegnandosi ancor di più, dopo quanto accaduto, per rafforzare la catena di solidarietà, sostegno e rispetto che caratterizza la civiltà della nostra Comunità».

I funerali di Andreea Christina Marin si svolgeranno domani mattina (sabato) alle 10 nella chiesa dei Cappuccini di Civitanova Alta e saranno pagati dai fondi raccolti al Bar Gloria di Macerata  e con il contributo del Comune di Potenza Picena e dall’impresa funebre Salvatori di Tolentino. Per dare l’ultimo saluto alla sfortunata giovane, sono arrivati da Galati anche Titi Costantin Marin, camionista cinquantatreenne  e Mainculina Ion Tinca Marin, 44 anni, operaia in una fabbrica, papà e mamma di Andreea Christina. I familiari, dopo aver ringraziato le istituzioni e le forze dell’ordine,hanno chiesto  che venga fatta giustizia e che chi ha ucciso la loro giovane figlia paghi. La sepoltura avverrà a Civitanova Alta: è un desiderio di Valentina, la sorella di Andreea che vive a Filottrano. Per domenica è prevista anche una veglia di preghiera sul lungomare di Porto Potenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1