Gianfranco Fini a Civitanova
lascia carta bianca ai suoi

VERSO LE ELEZIONI COMUNALI - Più di 250 persone per il leader di Fli che non ha bocciato nè confermato l'ipotesi del terzo polo. Presenti anche il governatore Spacca e il presidente Solazzi ma solo "per cortesia istituzionale"
- caricamento letture
fini-a-civitanova-4-300x199

Il leader di Fli saluta il governatore delle Marche

di Laura Boccanera

Arriva Fini a Civitanova, ma la vera sorpresa è la presenza del presidente della Regione Marche  Gian Mario Spacca e il presidente dell’assemblea legislativa Vittoriano Solazzi al Cosmopolitan. Un “gesto di cortesia istituzionale” che apre ad un rapporto politico più ampio, anche se non ufficiale. Circa 250 le persone che oggi pomeriggio hanno preso parte alla convention di Fli a Civitanova, non solo i ragazzi di Generazione Futuro, ma anche esponenti di altre forze politiche. E con la situazione politica calda a Civitanova per le prossime elezioni è lo stesso Fini che spiega che sul territorio non ci sarà “nessuna direttiva da Roma sulle scelte locali”. Non bocciata né confermata l’ipotesi di un terzo polo o di un modello Marche allargato “il terzo polo vuole agire con alleanze larghe non in termini numerici, ma con un bipolarismo più europeo, un’alleanza fra soggetti omogenei”. E sulla presenza di Spacca e Solazzi è lo stesso presidente della Camera che dichiara: “è una forma di cortesia istituzionale che rende i rapporti politici così come dovrebbero essere, credo fortemente nel bipolarismo, ma non deve essere una contrapposizione di ultrà”.

fini-a-civitanova-5-300x199

In prima fila anche Vittoriano Solazzi, Italo Bocchino arrivato con Fini e il senatore Mario Baldassarri

E il Presidente della Regione Spacca ricambia: “apprezzo profondamente il profilo di serietà e saggezza del presidente Fini in un momento di disorientamento della politica. Basti pensare che le Marche la regione più industrializzata quest’anno ha 35mila lavoratori che utilizzano ammortizzatori sociali, segno che stiamo affrontando una crisi mai conosciuta in precedenza. L’unica strada da percorrere pertanto è il terreno della responsabilità, aprendo al confronto. Le risposte per uscire da questa crisi sono da costruire insieme sulla base di quel comportamento di serietà e sobrietà e sui temi che ci sono affini”.
Tra i presenti in prima fila anche il consigliere regionale Erminio Marinelli ed il sindaco di Civitanova Marche Massimo Mobili. Giunto invece con Fini l’ onorevole Italo Bocchino Vice presidente di FLI e il senatore Mario Baldassarri Capo delegazione al Senato. Ad aprire il dibattito il Capogruppo di FLI alla regione Marche Daniele Silvetti e il Consigliere regionale Franca Romagnoli. “La scelta da me indicata di Civitanova Marche – dice Silvetti – è un giusto riconoscimento per una realtà dove il partito, grazie all’attività degli esponenti locali, è ben radicato e strutturato e dove, in primavera, si terranno le amministrative per l’elezione del nuovo Sindaco. La visita dei vertici del partito sarà uno stimolo in più per potenziare il partito, far crescere il consenso e un giusto riconoscimento per una classe dirigente che, con i fatti, sta dimostrando che un altro centro-destra è possibile. Inizia da Civitanova Marche – conclude Silvetti – il percorso politico della Destra di Governo e del territorio”.

(Foto di Roberto Vives)

fini-a-civitanova   fini-a-civitanova-11-300x199   fini-a-civitanova-10-300x199   fini-a-civitanova-9-300x199   fini-a-civitanova-8-300x199   fini-a-civitanova-7-300x199   fini-a-civitanova-6-300x199   fini-a-civitanova-3-300x199   fini-a-civitanova-2-300x199   fini-a-civitanova-1-300x199

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X