Maceratese, Cacciatore non basta
Pari rocambolesco a Cascinare

Finisce 2 a 2. Doppietta del centravanti biancorosso che al 90' si divora il gol del 3 a 2. Espulso Benfatto, rimonta in inferiorità numerica. A fine partita esplode la rabbia della presidentessa Tardella che se la prende con i dirigenti di casa, con l'arbitro e con gli ex Romagnoli e Agostinelli
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Cacciatore

Cristian Cacciatore con la cassa nera della Maceratese

di Filippo Ciccarelli

La Maceratese esce da Cascinare con l’imbattibilità mantenuta ma con molto rammarico per i due punti persi e per come è maturato il pareggio finale. La partita ha messo in evidenza due tra le migliori formazioni del torneo, che non si sono risparmiate e che hanno messo in campo anche troppo agonismo: nella prima frazione la Maceratese conduce il gioco, si porta meritatamente in vantaggio con Cacciatore e rintuzza gli attacchi dei padroni di casa. Il secondo tempo vede invece l’Elpidiense Cascinare provarci con più coraggio, i padroni di casa pareggiano e scavalcano la Maceratese nel giro di cinque minuti. I biancorossi si innervosiscono e finiscono in dieci per l’espulsione di Benfatto, ma nel momento di maggior difficoltà sfoderano un carattere indomabile che li porta a pareggiare i conti e sfiorare ripetutamente il gol del possibile 3 a 2 grazie anche al supporto dei tantissimi tifosi accorsi al Ciccalè da Macerata: la tribuna non ha potuto contenere gli oltre 500 spettatori. I ragazzi di Di Fabio hanno da recriminare per la conduzuione di gara da parte del signor Somma, autore di alcune decisioni più che dubbie: dalla seconda rete forse in fuorigioco, alla fiscalità con cui è stato ammonito due volte capitan Benfatto, trattamento non riservato anche ai guiocatori di casa.

La cronaca. Parte forte la Maceratese al 1′ con Carboni, Marinelli respinge il tiro da fuori. All’11’ Giannandrea viene liberato in area da una finta di Trudo ma si fa recuperare in extremis da un difensore biancorosso. Al 16′ la Maceratese passa in vantaggio: Rosi dal vertice sinistro dell’area di rigore calcia in porta, la corta respinta di Marinelli favorisce Cacciatore che non può sbagliare il tap-in. Gli opsiti continuano a spingere ed al 40′ Bruno Rosi sale in cattedra prima inventando un assist per Carboni, poi calciando da posizione defilata un pallone che Marinelli leva da sotto la traversa. Nella ripresa sono ancora i ragazzi di Di Fabio a premere sull’acceleratore, già dopo nove secondi Cristian Cacciatore esplode un sinistro che sfiora il palo della porta di Marinelli e al 4′ l’ex Marco Bucci colpisce di testa un pallone salvato sulla linea. Al 13′ l’Elpidiense trova il pareggio grazie ad un gol meraviglioso di Marasca che calcia a giro sul palo lontano: nell’occasione, forse, il posizionamento di Carfagna non è perfetto.

I cinque minuti di black-out della Maceratese proseguono e  al 18′ Mezzanotte raccoglie l’assist di Bracciotti e realizza il 2 a 1. La partita si infiamma, al 21′ un placcaggio dello stesso Mezzanotte ai danni di De Marco scatena le proteste della Maceratese per la mancata ammonizione. Nell’occasione Benfatto, già ammonito nel primo tempo, viene espulso per somma di cartellini; evidentemente secondo l’arbitro le rimostranze del capitano della Maceratese sono state eccessive. Ma i biancorossi, nonostante l’inferiorità numerica, reagiscono con veemenza: alla mezzora Cacciatore calcia a lato un pallone servitogli da Romanski, al 40′ il bomber biancorosso vede la sua girata respinta in corner. Un minuto dopo, sugli sviluppi di una punizione battuta velocemente, Cacciatore realizza la sua doppietta calciando da dentro l’area di rigore un pallone suggerito ottimamente da Rosi. Le centinai di tifosi provenienti da Macerata esplodono in un boato e sostengono fino alla fine gli sforzi di Rosi e compagni. Al 45′ proprio il fantasista di Belo Horizonte si crea lo spazio e calcia in porta, ma l’estremo difensore dell’Elpidiense si supera e respinge. Pochi secondi prima proprio Rosi aveva servito su un piatto d’argento a Cacciatore il pallone della vitttoria, ma la punta biancorossa a due metri dalla porta praticamente sguarnita calcia a lato. L’ultimo brivido lo regala De Marco che dal limite dell’aera calcia alto. Il finale è ad altissima tensione, i giocatori in campo si spintonano e anche i dirigenti della Maceratese hanno qualcosa da ridire nl dopo-gara.

TARDELLA

Il presidente Maria Francesca Tardella

Il presidente Maria Francesca Tardella se la prende con la società locale: “L’accoglienza dei dirigenti dell’Elpidiense è stata la peggiore mai vista. L’arbitraggio non è stato all’altezza ed ha rovinato una partita altrimenti molto bella, domani andrò a protestare in Federazione. In settimana è stato scritto e detto che questa era la partita degli ex, allora vorrei puntualizzare un paio di cose. Non mi è piaciuto il comportamento di Andrea Romagnoli e vorrei ribadire che il signor Roberto Agostinelli è stato direttore sportivo della Maceratese per pochissimo tempo e non si può paragonare assolutamente ad una persona come Cicchi che tantissimo ha dato al mondo dello sport e del calcio italiano”.

Questo invece il commento post-gara di mister Guido Di Fabio: “Dopo il triplice fischio ho chiesto all’arbitro il perchè dell’espulsione di Benfatto e la mancata ammonizione a Mezzanotte”. Il secondo gol dei locali era in fuorigioco? “Non saprei, non ero in linea. Siamo stati bravi nel primo tempo a controllare la partita per una buona mezzora, nel secondo i primi venti minuti abbiamo smesso di giocare e questa squadra non può permettersi una cosa del genere. Sono comunque contento della bella reazione in inferiorità numerica, Cacciatore negli spogliatoi era dispiaciutissimo per quel gol mancato”.

 IL TABELLINO

ELPIDIENSE CASCIMARE  2

MACERATESE                          2

ELPIDIENSE CASCINARE:  Marinelli 7, Romagnoli 6, Mannocchi 6.5, Mezzanotte 7 (37′ st Polanco sv), Molini 6, Di Bari 6, Marozzi 6 (17′ st Berdini 6.5), Fabrizi 6.5, Giannandrea 6 (1′ st Bracciotti 6.5), Trudo 6, Marasca 7. All. Cerqueti.

MACERATESE: Carfagna 5.5, Donzelli 7, Russo 6.5 (26′ st Grcic sv), Benfatto 6, Arcolai 6.5 (20′ st De Marco 6), Cucco 7, Pèiergallini 6 (10′ st Romanski 6.5), Bucci 7, Cacciatore 7, Carboni 6.5, Rosi 7. All. Di Fabio.

Arbitro: Somma di Castellammare di Stabia.

Reti: 16′ pt e 41′ st Cacciatore, 13′ st Marasca, 18′ st Mezzanotte.

Note: spettatori 600 circa di cui quasi 500 d Macerata; angoli 8 a 1 per la Maceratese; espulso al 22′ st Benfatto per doppia ammonizione; ammoniti Mannocchi e Trudo nell’Elpidiense Cascinare, Arcolai nella Maceratese; recupero 3+5.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X