Al Fontescodella c’è anche Pajenk:
“Mi sento in paradiso”

VOLLEY A1
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Pajenk-ed-Omrcen1-300x216

Alen Pajenk in compagnia di Igor Omrcen

Ha viaggiato tutta la notte in auto per arrivare a Macerata di buon ora, e stringere la mano allo staff tecnico ed ai suoi nuovi compagni di buon ora, proprio all’inizio dell’allenamento. Da Maribor (la città dove è nato e vive tuttora) a Macerata in nove ore o giù di lì, accompagnato dalla fidanzata e dai suoi familiari, che ha raggiunto ieri non appena rientrato a casa dall’Europeo (mercoledì la Slovenia è stata eliminata dalla Finlandia). “Sono emozionato – ha detto Pajenk, che dopo aver incontrato il tecnico Alberto Giuliani ha conosciuto il resto della squadra in sala pesi, dove a fare gli onori di casa c’ha pensato il capitano Igor Omrcen – Arrivo in un grande club, uno dei più prestigiosi di tutta Europa, e mi sento un po’ come al primo giorno di scuola. Sono smanioso di cominciare, vestire questa maglia mi riempie d’orgoglio regalandomi grandi stimoli. Farò di tutto per essere all’altezza”. Pajenk, dopo l’ottimo campionato con Verona, il primo in Italia, è stato grande protagonista con la Nazionale slovena sia in European League che nei campionati Europei. “Alla fine – dice ancora lo sloveno – globalmente parlando credo che possiamo ritenerci soddisfatti di quanto siamo riusciti a fare, perché nel primo caso abbiamo centrato la final four, mentre nella rassegna che si sta ancora giocando in Austria abbiamo conquistato un traguardo che la Slovenia non aveva mai raggiunto prima. La nostra nazionale in precedenza aveva perso tutte le nove partite disputate in un campionato europeo, mentre stavolta siamo riusciti a vincerne due, accedendo agli ottavi di finale. Per quanto riguarda le mie prestazioni personali, invece, non sono il tipo che si accontenta: si può sempre fare meglio, e bisogna lavorare sodo tutti i giorni per riuscirci. E’ la mia filosofia, quella che seguirò anche in questa nuova ed entusiasmante avventura a Macerata”. Pajenk ripone molta fiducia nella nuova Lube Banca Marche: “E’ una squadra giovane – afferma – ma può fare bene sin da subito, in ogni competizione che la vedrà protagonista. So benissimo che nel mio ruolo l’allenatore può contare anche su due campioni del calibro di Podrascanin e Stankovic, ma la stagione è lunghissima e piena zeppa di impegni importanti, quindi ci sarà sicuramente spazio per tutti. Da parte mia, posso assicurare che darò quotidianamente il massimo per meritarmi la fiducia di tutti”. Con l’arrivo di Pajenk, che nel pomeriggio svolgerà il primo allenamento agli ordini di Alberto Giuliani e del suo staff, la rosa dei giocatori biancorossi attualmente a disposizione è salita a sei: con lo sloveno ci sono Omrcen, Monopoli, Lampariello, Kovar e Van Walle, arrivato ieri. Domani alle 17.30 i biancorossi scenderanno in campo al Palasport Fontescodella di Macerata (ingresso gratuito) per la prima amichevole stagionale, contro il Club Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X