Lattanzi (Pdl): “Contraddizioni sulla discarica di Cingoli”

- caricamento letture
mario-lattanzi

Mario Lattanzi

Mario Lattanzi, coordinatore provinciale PDL, interviene dopo il via libera della Provincia alla discarica di Cingoli (leggi l’articolo):

“Sono per le discariche, quando servono. Convengo con chi sostiene che da qualche parte una discarica si deve pur fare. Non posso però accettare che oggi si presenti come salvatore della patria chi aveva da sempre giurato che la discarica di Fosso Mabilia non si sarebbe mai fatta. D’altra parte il ritardo è dovuto non alle non scelte dell’Amministrazione Capponi (e Pettinari) ma ai legittimi ricorsi dell’Amministrazione comunale di Cingoli contraria all’apertura della discarica. L’iter non è stato mai interrotto, né con Capponi né con il Commissario. Ora l’ex Vice Presidente, ora Presidente, delibera l’apertura della discarica, presumo perché esaurite tutte le varie fasi dei ricorsi, anche dei privati, viene ringraziato per la collegialità della decisone dall’Assessore provinciale Lippi (che è di Cingoli), ancora senza deleghe, (presto avrà quella all’ambiente e quindi ai rifiuti!) e non sente neanche il dovere non dico di coinvolgere nella decisione, ma neppure di avvisare il Sindaco di Cingoli Sen. Filippo Saltamartini.  Non è certo un modo esemplare di agire e di confrontarsi con il territorio, con i Comuni e con gli amministratori. Si arriva  (forse) alla fine di un percorso impostato, gestito e difeso da altri.  Ora improvvisamente,  con un imbarazzante voltafaccia, quei partiti che a Cingoli hanno fatto le barricate e giurato che mai avrebbero consentito lo scempio del territorio, deliberano all’unanimità senza alcun problema dimenticando di aver preso voti proprio a Cingoli  per la loro contrarietà alla discarica. E magari si giustificano con l’emergenza. Emergenza che c’era già ai tempi di Silenzi che, come tutta la sinistra, era contro la discarica di Fosso Mabilia. Si potrà essere soddisfatti per la realizzazione e per l’apertura (fra un anno) ma non si può accettare che la gente venga imbrogliata impunemente. Ora penso che saranno distribuite in breve tempo le deleghe agli assessori!”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X