Perchè votare
Capponi o Pettinari

- caricamento letture

 

lattanzi_broccolo

Roberto Broccolo e Mario Lattanzi

PERCHE’ VOTARE FRANCO CAPPONI

di Mario Lattanzi (segretario provinciale Pdl)

Questa campagna elettorale per le provinciali è stata senza dubbio particolare, per il numero dei candidati Presidente, per le coalizioni e soprattutto perché il segretario regionale dell’UDC da Vice Presidente di una Giunta di centro destra guidata dal Presidente Capponi, è diventato di quest’ultimo l’avversario. Normale, qualcuno potrebbe dire. Normale se la politica va intesa solo come opportunità personale, assolutamente anormale se la politica viene praticata con quel minimo di serietà, correttezza e coerenza che viene richiesto a chiunque si occupi di questioni pubbliche.

Questa è oramai la storia il cui epilogo ci sarà domenica 29 e lunedì 30 maggio con il voto per il ballottaggio. Visto l’astensionismo del primo turno, il primo invito che rivolgo agli elettori è quello di andare a votare. Il voto è un diritto-dovere al quale non dobbiamo rinunciare in nessun caso, anche quando la politica e i politici ci deludono. Perché la politica è democrazia.

Ma è anche importante scegliere le persone giuste. Se la politica è  attenzione per il territorio, sensibilità nei confronti dei problemi della comunità, attenzione per i giovani e le famiglie, rispetto dei valori e delle tradizioni, sostegno alle imprese ed al lavoro, la persona adatta a svolgere il ruolo di Presidente della nostra Provincia è Franco Capponi. Ha già dato prova delle sue capacità e delle sue qualità ottenendo notevoli risultati già nei pochi mesi che gli è stato consentito di amministrare. Sono risultati che gli vengono riconosciuti da tutti, dalle associazioni di categoria verso le quali ha mostrato attenzione e dai singoli cittadini anche di sinistra. E’ una prova dell’equilibrio e della imparzialità che caratterizzano il buon politico che quando amministra non deve essere di parte ma prestare attenzione ai problemi di tutti.

Queste sono le qualità  di Franco Capponi al servizio di un progetto che potrà far grande la nostra terra. Questa è anche la caratteristica di un gruppo unito che lo sostiene e che in lui crede fortemente come in lui ha creduto due anni fa. Per questo rivolgo a tutti gli elettori l’invito a votare ed a far votare Franco Capponi nella certezza che una volta eletto potranno trovare in Provincia un amico ed un sicuro punto di riferimento.

***

PERCHE’ VOTARE ANTONIO PETTINARI

di Roberto Broccolo (segretario provinciale Pd)

I risultati del primo turno di queste elezioni amministrative sono un chiaro segnale che il tempo del populismo, della demagogia, della paura, dell’agitare spauracchi sempre muovi e fantasiosi non pagano più. A farne le spese è stata una destra sempre più chiusa in se stessa ed incapace di rispondere alle sfide
che la crisi economica e la dimensione internazionale dei problemi ci pongono. La significativa vittoria di Giuliano Pisapia al primo turno a Milano, testimonia proprio questo: la deriva della destra berlusconiana e leghista è priva di proposte credibili per governare le città e l’Italia.
Anche nella nostra provincia la vittoria di Antonio Pettinari si presenta come il premio ad un progetto riformista serio, responsabile, che chiama a raccolta tutti i democratici, per governare un territorio colpito dalla crisi, ma in grado di fare appello alle proprie risorse e alle straordinarie energie che possiede per avviare un percorso di rilancio e di sviluppo sostenibile.
In questo quadro il buon risultato ottenuto dal PD rappresenta la conferma della nostra proposta riformista e ci impegna ad essere il riferimento di una colazione, che non vuol essere chiusa in se stessa, ma aperta al confronto, alla condivisione, a lavorare insieme con quanti vogliono contribuire
ad una migliore definizione ed alla realizzazione del programma.
Il primo significativo momento di attuazione c’è già stato: la scelta e l’indicazione di votare si su tutti i quesiti referendari data da Antonio Pettinari e dal nostro partito sono perfettamente in linea con quanto scritto nel nostro programma. Il si all’acqua pubblica significa il perseguimento di una politica di salvaguardia dei beni comuni, indisponibili al mercato e base della convivenza civile solidale e democratica: il si per bloccare la
costruzione di centrali nucleari significa la nostra scelta di puntare sulla grenn economy, sulla protezione dell’ambiente, del paesaggio, dei beni culturali; il si all’abolizione del legittimo impedimento significa il riferimento essenziale alla nostra Costituzione e all’uguaglianza di tutti i cittadini.
Su questi temi chiamiamo tutti i cittadini a votare Antonio Pettinari, nella convinzione che siamo di fronte ad un momento cruciale della nostra storia: la vittoria del centro sinistra contribuirà ad aprire una nuova fase nella politica italiana, a sconfiggere il populismo, a cementare tutte le forze
democratiche, a realizzare un serio programma che ha al primo posto il lavoro, i bisogni delle famiglie e delle imprese, la tutela dell’ambiente e dei beni culturali, il cittadino.

***

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO DEL FACCIA A FACCIA A DISTANZA



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X