Scoperto calzaturificio a Civitanova
con sedici lavoratori in nero

Blitz della Guardia di Finanza e della Direzione Provinciale del Lavoro. Denunciato il titolare
- caricamento letture

lavoro-nero4-300x225

I finanzieri della Compagnia di Civitanova Marche, insieme ai funzionari della Direzione Provinciale del Lavoro, nel corso di un’ispezione ad un’azienda calzaturiera di Civitanova hanno individuato 16 lavoratori completamente in nero. Il titolare dell’impresa è stato denunciato.

Al momento del blitz, i finanzieri e gli ispettori del lavoro hanno identificato prontamente gli operai e gli impiegati intenti a lavorare, accertando, dopo gli opportuni riscontri, che 16 dipendenti prestavano la propria opera privi di un contratto di lavoro regolare e quindi in nero.

Oltre alla posizione irregolare dei sedici dipendenti sono state contestate altre violazioni amministrative tra cui la mancata concessione del turno di riposo settimanale.

E infine emerso che l’azienda non aveva effettuato il versamento delle ritenute operate ai propri dipendenti con la conseguente denuncia all’Autorità Giudiziaria del titolare della stessa.

L’attività conferma l’attenzione su un fenomeno decisamente insidioso dal quale derivano, oltre la mancanza di diritti e tutele nei confronti degli stessi “irregolari”,  la concorrenza sleale delle imprese che si pongono illecitamente sul mercato risparmiando sul costo del lavoro.

Da gennaio sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza di Macerata 176 lavoratori irregolari e/o completamente in nero con un incremento di circa il 30% sull’analogo periodo dell’anno precedente. Questo dato non si ritiene collegato ad una particolare virulenza del fenomeno in provincia, ma alla selezione accurata dei soggetti da controllare ed alla perfetta sinergia della Guardia di Finanza e dell’Ispettorato del Lavoro nell’esecuzione delle attività ispettive.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X