“Le Mani Sporche”
Un mix energetico

Viaggio nel mondo delle band maceratesi (seconda puntata)
- caricamento letture

le_mani_sporche_4-300x164

di Lucia Paciaroni

Uno ska contaminato dal rock, punk, garage e rock’n’roll. Un mix decisamente energico e coinvolgente, merito anche delle diverse esperienze musicali che Le Mani Sporche hanno alle spalle. La band è composta da Stefano Della Mora (voce e chitarra), Massimo Orena (basso), Luca Zampetti (sax e cori) e Lorenzo Lucentini (batteria e cori).

Le Mani Sporche nascono nel 2007 e hanno già vissuto esperienze importanti, come la realizzazione delle colonne sonore per spot andati in onda su tutte le reti nazionali. Nel novembre del 2009 è uscito il loro primo album e ora stanno iniziando a registrare il secondo.

le_mani_sporche_2-300x199

Ho letto che venite da esperienze musicali diverse, quali sono e come i vostri singoli interessi sono confluiti nel genere ska?

Sì, veniamo da esperienze diverse: io (Stefano), per esempio, ho sempre avuto una forte passione per il rock’n’roll degli anni ’50, i Beatles, il surf e i loro derivati (garage, punk ecc.), Massimo porta la sua esperienza funky-rock al basso, Luca è diplomato ed ha una vasta conoscenza musicale e Lorenzo, che suona con noi da pochissimo, sta rinnovando il gruppo coi suoi rhythm’n’blues e anni ’60 inglesi. La nostra originalità sta proprio nel mix di ska, garage e rock.

Le vostre precedenti esperienze musicali hanno “sporcato” (positivamente intendo) la vostra musica?

Sì, sia perché ci piace contaminare fortemente quello che facciamo, senza però tradire lo spirito originario dello ska, sia perchè lo ska è di suo una musica molto aperta alle influenze (punk principalmente, ma anche rock, folk ecc.).

le_mani_sporche_5-300x187

Quali artisti e generi vi influenzano?

Ce ne sarebbero decine da elencare: i Selecter e Laurel Aitken sicuramente, poi i Beatles e Iggy Pop, Chuck Berry. Direi che questi  sono i principali.

Nel 2009 è uscito il vostro primo album “Radio Nuova Ska”: come è stata la preparazione di un album? Come è stato concepito e come mai l’idea di “ambientarlo” in una trasmissione radiofonica?

La preparazione è stata uno spasso, anche se molto impegnativa. Innanzitutto l’album nasce dal live, che è la nostra dimensione principale, e dalla risposta del pubblico, che indirettamente ha “scelto” la scaletta. Poi si è trattato di sistemare i pezzi in modo che in studio non perdessero la freschezza e l’impatto live, oltre a far emergere preziosità (come i cori che noi amiamo molto) che dal vivo escono meno. Anche per questo abbiamo scelto di ambientarlo in un programma radiofonico fittizio, così che la tensione e il divertimento non calassero mai. Per questo dobbiamo ringraziare il nostro amico Steve Selecter di Trieste per essersi prestato a fare da speaker e Cristian Vasari che ci ha montato l’album proprio come in una trasmissione radiofonica, senza pause, tagliando i tempi morti e aggiungendo gli effetti tipici. Verso la fine del disco si può ascoltare Dava (il cantante dei Vallanzaska) che improvvisa una spassosa intervista con Steve.

le_mani_sporche_1

 

Un bilancio dopo l’uscita dell’album?

Direi decisamente buono, grazie agli ospiti che contiene, ma anche ai due pezzi finiti come colonne sonore di spot per eventi targati Red Bull (Mi Piace volare e Guiderò Per Te).

Progetti futuri?

Stiamo iniziando a registrare il secondo album.

Le Marche e la musica: come definireste questo rapporto?

Girando per l’Italia mi sono accorto che in realtà siamo messi molto meglio di quanto si tende a pensare: di locali ce ne sono molti (anche se piccoli e poco “temerari” – vedi cover-band) e la scena musicale è abbastanza interessante e intraprendente. Siamo ottimisti.

le_mani_sporche_3-300x164

Le date dei prossimi concerti?

Suoniamo il primo maggio alla rassegna ai giardini Diaz di Macerata, il 14 al Sisma sempre a Macerata, il 26 allo Chalet degli Amici a Porto Sant’Elpidio e il 24 giugno alla Festa della birra di Pietrarubbia, poi c’è tutto il calendario estivo in cui giriamo un po’ tutto il sud Italia.

Dove trovare informazioni su Le Mani Sporche?

Siamo in una fase di passaggio perché il myspace sta collassando e ci stiamo trasferendo su www.reverbnation.com/lemanisporche, oltre a essere su Facebook (basta cercare “Le Mani Sporche”) e youtube (www.youtube.com/lemanisporche, dove si possono trovare i nostri video). Email: lemanisporche@libero.it .




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X