Lattanzi: “Soltanto oggi
Pettinari si scopre antiberlusconiano?”

Per il coordinatore provinciale del Pdl l'alleanza di centro sinistra "ha ben poco in comune ed è incongruente nei programmi"
- caricamento letture

mario-lattanzi

da Mario Lattanzi, coordinatore provinciale del Popolo della Libertà riceviamo:

“I moderati vinceranno anche le prossime elezioni, visto che PD,  IDV, parte dell’UDC e liste varie hanno ben poco in comune quanto ad idee politiche ed ancor meno da proporre quanto a programmi.  Basta solo citare alcuni temi per decretarne l’incongruenza.

  1. Il COSMARI e il sistema integrato di gestione dei rifiuti, compresa la residuale valorizzazione energetica: il PD lo sostiene, l’IDV ha messo in giro manifesti per la chiusura. E Pettinari?.
  2. La discarica di Cingoli: il PD ha approvato un ordine del giorno per l’immediata apertura, l’IDV di Paola Giorgi è contraria. E Pettinari?
  3. Eutanasia, valore della vita. Sappiamo quali sono le posizioni del PD. E Pettinari?
  4. E per quanto riguarda l’appartenenza al Partito Popolare Europeo?

L’unico collante di tutta questa formazione sembra essere l’antiberlusconismo portato in Provincia. Trasferire a questo livello le battaglie nazionali è totalmente assurdo anche perché il futuro presidente della Provincia dovrà interessarsi di viabilità, edilizia scolastica, trasporto pubblico, formazione-lavoro con attenzione ai più giovani e la valorizzazione turistica e ambientale del territorio provinciale. Un risultato dell’antiberlusconismo di prima generazione (quello agli inizi degli anni 2000) l’abbiamo già sperimentato. La Regione per puro antagonismo politico  si oppose alla Quadrilatero, mentre il Governo Berlusconi insieme a tutte le amministrazioni di buona volontà del territorio l’hanno portata avanti nonostante il ricorso alla Corte Costituzionale contro la Legge Obiettivo e il ricorso al Tar contro il progetto.

Con Franco Capponi ci proponiamo  per governare seriamente  il territorio come già dimostrato in un anno di lavoro alla guida della Provincia.

Chi allora condivideva quel progetto non può cambiare idea per la sentenza del Consiglio di Stato.

E Pettinari non può giustificare il suo voltafaccia scoprendosi tutto ad un tratto antiberlusconiano . Ma con chi era nel 2009? E soprattutto, quale programma ha condiviso?”

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X