Chirurgia di Civitanova: botta e risposta
tra Paola Giorgi e il sindaco Mobili

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Laura Boccanera

E’ polemica sul reparto di Chirurgia di Civitanova, dopo la nomina del nuovo primario. Il consigliere regionale Paola Giorgi nei giorni scorsi è tornata all’attacco sull’ affaire “busta”, la famigerata missiva con il nome del futuro primario sigillata da Erminio Marinelli e non ancora aperta. Al di là della questione “politica” del caso la Giorgi ha analizzato e confrontato i dati relativi al Pronto Soccorso e al reparto di Chirurgia, registrando una diminuzione degli interventi: << Ho focalizzato l’attenzione sull’organico sia medico, che infermieristico, che ausiliario (OOS). Oggi il personale sta assicurando, con difficoltà, l’operato di un pronto soccorso a cui, considerata la collocazione strategica e geografica e vista l’ epidemiologia, e’ stato attribuito un ruolo importante nella disciplina della Medicina di Emergenza e Pronto Soccorso. Quanto ai dati sul reparto di chirurgia, riferiti al 2010 si evince un decremento degli interventi dal 2009 al 2010: una penalizzazione indotta dai giochetti di Marinelli in una situazione già in sofferenza che, auspichiamo, il nuovo primario saprà rilanciare>>. Pronta la risposta del sindaco e facente funzione di Chirurgia Massimo Mobili: <<Sono contento che l’ospedale di Civitanova Marche abbia trovato un nuovo sostenitore nella persona del consigliere regionale Paola Giorgi. – ironizza Mobili – Mi dispiace però che questo ruolo venga esercitato solo per scopi politici, e con i paraocchi del partito per avere visibilità. Guarda caso, infatti, si tiene d’occhio solo il reparto chirurgia e proprio da quando il sottoscritto ha avuto “per obbligo di legge”, la responsabilità di facente funzione. Ritengo che nella sua interpretazione la Giorgi sia in malafede, perché confronta l’attività del 2010 con quella del 2009 senza considerare che nel 2010 per 6 mesi è mancato il primario e che per altri 6 mesi è mancato un dirigente di secondo livello. Non riporta, inoltre, gli interventi che l’équipe di Civitanova ha fatto a Recanati. Oltre alla malafede, la Giorgi dimostra incompetenza non basta essere consigliere regionale per parlare di tutto: non sa infatti che ci sono anche altri interventi non codificati come quelli ambulatoriali, e non sa nemmeno che uno degli obiettivi della direzione è ridurre i tempi di ricovero e eseguire gli interventi possibili in attività ambulatoriale.Sinceramente mi aspettavo i complimenti per l’attività svolta dalla Chirurgia di Civitanova, nonostante la carenza di personale, ma visto che la politica pensa solo a se stessa, voglio fare io i complimenti all’équipe che ha lavorato per colmare le sostituzioni che la Regione doveva fare prima>>.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X