Solo 0-0 per la Sangiustese
Croceri fallisce un rigore

ECCELLENZA - Super Palmieri sbarra la strada dell'Urbania in almeno tre circostanze
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
maceratese_biagio_nazzaro_10-300x200

Yuri Croceri ai tempi della Maceratese

di Federico Bettucci

Maledetto calcio di rigore. Neanche stavolta. La Sangiustese continua a rinviare l’appuntamento con quel risultato chiamato vittoria, che manca ormai da tempo immemore. Nell’odierno turno infrasettimanale, settima giornata di ritorno, i calzaturieri pareggiano 0-0 davanti al proprio pubblico (presente malgrado l’orario “lavorativo” del fischio d’inizio) contro l’Urbania, formazione anch’essa invischiata nella lotta per non retrocedere. Il punto alimenta in maniera tutt’altro che soddisfacente la deficitaria classifica dei ragazzi di Marcaccio, che hanno comunque dato l’anima nel fango del Comunale di Villa San Filippo. Eppure la più ghiotta delle occasioni per segnare e vincere c’è stata eccome. Corre il minuto numero 25 quando l’ariete Scotucci, in pratica da solo l’intero reparto offensivo della Sangiustese, si invola sul centro sinistra da solo contro due difensori avversari. Il giovane centravanti tenta la conclusione, che viene smorzata assumendo un giro beffardo: la sfera finisce sul braccio del centrale difensivo ospite, e capitano, Nardini. Rigore. Dal dischetto si presenta Croceri, rinforzo del mercato invernale, che manda alto, scheggiando la traversa. Un errore che pesa tantissimo e che risulterà decisivo per le sorti del match, perché da qui in poi la Sangiustese crea poco o nulla, eccezion fatta per qualche sgroppata di Scotucci, tra i migliori in campo, che si concludeva però con finalizzazioni imprecise. L’altra chance clamorosa per i padroni di casa, oggi in completo giallo sgargiante, era capitata cinque minuti prima della massima punizione, quando un colpo di testa angolato dello stesso Scotucci, sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti, colpiva lentamente il palo alla sinistra di un immobile Spinaci e terminava la sua flebile corsa oltre la linea di fondo. Il pomeriggio di Yuri Croceri si conferma da dimenticare a cinque minuti dalla fine della prima frazione di gioco, quando il centrocampista fermano si infortuna e deve lasciare spazio a Montanari. Sarà questa l’unica sostituzione operata da Marcaccio nel corso dell’incontro: l’avvicendamento consente all’inesauribile Temperini, inizialmente schierato nella corsia di destra, di passare centrale. Il nuovo entrato, a differenza di altre gare, non riuscirà mai ad incidere, complici le condizioni proibitive del terreno di gioco; solo una sua punizione dalla distanza, al 17’ della ripresa, risulta insidiosa, perché sbuca all’improvviso dalla selva di teste dinanzi al portiere avversario. Se il risultato per la Sangiustese non si sblocca per demerito di Croceri, allo stesso tempo l’Urbania maledice un super Palmieri, fresco fresco di convocazione nella Nazionale Under 18 Dilettanti. L’estremo difensore di casa si oppone da campione agli avanti pesaresi in almeno tre circostanze, salvando i suoi dalla sconfitta. Sì, perché l’Urbania non è stata a guardare. Sono numerose infatti le occasioni degli ospiti, a più riprese vicini alla segnatura. Al 18’ un rimpallo Atitallah-Carpineti fa in modo che la palla sfiori il palo. Al 28’ Giorgini dopo un’azione personale manda fuori con la punta del piede sinistro. Al 32’ primo miracolo di saracinesca Palmieri, il quale con un volo spettacolare dice di no ad un colpo di testa di  Pagliardini, servito dallo sgusciante Braccioni, che era scappato al nuovo arrivato Hudaied, schierato terzino sinistro da Marcaccio. Al 13’ del secondo tempo sale di nuovo in cattedra il numero 1 della “Stese”, che respinge un tiro ravvicinato di Tassi, liberatosi in posizione di sospetto fuorigioco. Venti minuti più tardi ancora Palmieri si allunga per respingere su Braccioni, che aveva cercato l’angolino più distante. A due minuti dal termine incredibile errore di Fraternali che spedisce sul fondo dopo un liscio collettivo della retroguardia di casa. Al 90’ l’inzuccata di Pagliardini è imprecisa ed una stanchissima Sangiustese porta a casa il punticino. Nel recupero c’è il tempo per l’espulsione, nelle fila dell’Urbania, del nuovo entrato Marchetti, che incassa il secondo giallo per un fallo sull’ottimo Buffa. Una citazione finale proprio per il numero 10 dei calzaturieri. Regista arretrato, tesse le trame nei limiti del possibile, aiuta in difesa e serve con continuità e precisione il cavallo Scotucci. A quando la vittoria?

il tabellino:

SANGIUSTESE (4-5-1): Palmieri 7.5; Atitallah 6, Di Bari 6, Traini 6, Hudaied 6; Temperini 6, Croceri 5 (41’pt Montanari 6), Buffa 7, Ciucci 6, Sanniola 6; Scotucci 6.5. Allenatore: Marcaccio.

URBANIA (4-3-3): Spinaci 6; Renghi 6 (42’st Paiardini sv), Nardini 5.5, Fraternali 6, Righi 6 (23’st Brardinoni 6); Giorgini 6, Carpineti 6, Bravi 5.5 (11’st Marchetti 5); Pagliardini 6, Tassi 5.5, Braccioni 6.5. Allenatore: Bruscolini.

ARBITRO: Giuliani di Jesi.

NOTE: Ammoniti Nardini, Buffa, Hudaied, Ciucci, Atitallah, Sanniola. Espulso Marchetti al 46’st. Recupero: 2’pt, 5’st. Spettatori 80 circa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X