Maceratese, l’amarezza di Cherri
“A Corridonia meritavamo di più
Il lavoro di Sabbatini pagherà”

LA PAROLA AL NUOVO DS - "Entro breve verrà tesserato un portiere da affiancare a Martinelli. Da domani in prova un classe '88 ex giovanili del Milan"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Cherri-1-230x300

Il ds della Maceratese Luciano Cherri

di Andrea Busiello

A Corridonia si è vista una Maceratese non propriamente soddisfacente ed alla fine è arrivata la sconfitta per 1-0. Un punteggio che forse penalizza troppo la truppa di mister Sabbatini, lo 0-0 finale poteva essere un risultato consono a quanto visto sul rettangolo verde. Con il ds dei biancorossi Luciano Cherri ci siamo soffermati a discutere di questa sconfitta ed abbiamo affrontato anche altri temi.

Cherri, come valuta questa sconfitta a Corridonia…

“E’ stata una sconfitta immeritata a mio avviso. Nel primo tempo non abbiamo fatto grandi cose ma nella ripresa abbiamo reagito bene. Tranne che nell’occasione del gol, il Corridonia non aveva mai tirato in porta. Dispiace perchè a mio avviso avremmo meritato almeno il pareggio”.

Sarebbe stato importante fare risultato anche per il morale, non solo per la classifica…

“Si, è normale. Il mister è arrivato da poco e subito all’esordio avevamo vinto. A Corridonia invece siamo stati sfortunati nell’occasione del gol subito, pochi minuti prima Bonsignore ha avuto la palla per fare gol ma non c’è riuscito. Peccato, il calcio è questo. Dobbiamo pensare a migliorare e lavorare sodo per conquistare punti sin dalla prossima gara”.

In questa nuova veste di ds della formazione biancorossa come si trova?

“Molto bene. E’ normale, che all’inizio quando sono stato chiamato in causa ho avuto una piccola perplessità ma solo perchè sarei andato a scoprire un ruolo all’interno del settore giovanile. Ora come ora, da maceratese e tifoso della Maceratese, posso solo dire di essere felicissimo di aver intrapreso questa scelta”.

E’ da tempo che la Maceratese cerca un portiere: arriverà un altro numero uno ad affiancare il bravo ma giovanissimo Martinelli?

“Si, stiamo valutando alcune situazioni e sicuramente arriverà qualcuno ma tengo a precisare che questa scelta non è stata fatta dopo l’errore di ieri del ragazzo ma bensì da diverso tempo. Domani verrà in prova un classe ’88 che ha giocato per 3 anni nelle giovanili del Milan che per qualche giorno starà con noi. Se non sarà lui abbiamo altre 2-3 situazioni in mano. Tengo a ribadire che il mister e la società hanno piena fiducia in Martinelli ma è necessario avere anche un altro numero uno”.

Sembra riduttivo per una società come la Maceratese parlare di obiettivo salvezza in questo torneo d’Eccellenza ma la classifica è quella che è…

“In questo momento l’unico obiettivo è la salvezza. La classifica è molto corta e può succedere di tutto ma noi abbiamo l’obbligo di pensare solo ed esclusivamente alla salvezza adesso, poi strada facendo vedremo se ci saranno le condizioni per guardare altrove”.

E’ la prima volta che lavora con mister Sandro Sabbatini. Che impatto ha avuto con lui?

“Molto positivo. E’ una bravissima persona, nonchè tecnico molto preparato. E’ logico che ha bisogno di tempo per conoscere tutti i 20-22 ragazzi che sono nella rosa della Maceratese ma il suo lavoro pagherà, di questo ne sono certo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X